NetApp Insight 2018 all’insegna del multicloud, i nuovi servizi per Azure e Google Cloud Platform

Cloud
NetApp Insight 2018

In pillole tutti gli annunci a NetApp Insight Barcellona 2018. NetApp sta sfruttando una combinazione di tecnologie, partnership, modelli di business per posizionarsi nel mercato dei servizi di dati integrati e coerenti per il cloud ibrido

A Barcellona sono i giorni di NetApp Insight 2018, e l’azienda presenta la propria strategia per aiutare i clienti a continuare il processo di trasformazione degli ambienti cloud ibridi e multicloud. NetApp ha annunciato nuovi servizi dati e soluzioni che includono la disponibilità dell’anteprima dei file di Microsoft Azure NetApp, l’ampliamento della disponibilità dei volumi cloud NetApp su Google Cloud Platform e NetApp SaaS Backup per Salesforce.L’obiettivo è consentire agli utenti di portare i propri dati nei cloud pubblici e rispondere più rapidamente ai cambiamenti del mercato e alle richieste dei clienti.

La tattica dell’azienda è diversa da quella di altri vendor, ma non la visione complessiva: la maggior parte delle aziende in tutto il mondo si basa sui dati per ottenere un vantaggio strategico: per farlo bisogna sfruttare il cloud (diversi cloud) per prendere decisioni migliori, migliorare la customer experience e sviluppare nuovi flussi di entrate.

NetApp Cloud Volumes offre un file service multi protocollo NoOps, integrato con Google Cloud Platform

Serve quindi uno sforzo di  integrazione e bisogna proteggere e ottimizzare i dati in un mondo post-GDPR (General Data Protection Regulation). Per NetApp bisogna ovviamente affrontare la sfida abbracciando l’esperienza ibrida e multicloud sulla scorta della proposta Data Fabric.
Ecco più nel dettaglio la proposta a Insight 2018.

Azure NetApp Files è un servizio di file di Azure basato sulla tecnologia Ontap e sarà venduto e supportato da Microsoft. Azure NetApp Files offre capacità di archiviazione e gestione dei dati di livello enterprise per lo spostamento e la distribuzione di carichi di lavoro basati su file in Azure. Questa offerta è disponibile in anteprima in alcune regioni e presto il servizio sarà esteso ad altre aree. Nei prossimi mesi verranno aggiunte nuove funzionalità.

Per quanto riguarda il servizio Cloud Volumes per Google Cloud Platform esso vede l’aggiunta della regione EU-West3. Cloud Volumes per Google Cloud Platform serve a rendere più veloci le decisioni basate sui dati spostando gli analytics nel cloud, ma anche a proteggere i database con file services ad alte prestazioni nel cloud per consentire test e iterazioni ad alta velocità su applicazioni e carichi di lavoro, con la possibilità di tornare rapidamente al database originale se qualcosa non andasse bene. E’ possibile automatizzare gli ambienti di sviluppo e test con la possibilità di clonare centinaia di ambienti in pochi minuti.

Per la protezione dei dati in cloud, è stata annunciata la disponibilità di NetApp SaaS Backup per Salesforce.Si tratta di un’integrazione complementare al portafoglio cloud globale di NetApp e serve ai clienti per controllare i dati sensibili attraverso il backup automatico semplificato e il ripristino granulare on-demand.

Permette inoltre di proteggere i dati di Salesforce da cancellazioni accidentali, danneggiamenti o intenzioni malevole e consentirà alle aziende di soddisfare la conformità normativa dei dati.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore