Nasce un nuovo Dropbox per le aziende

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Dropbox Enterprise è un nuovo livello di servizio studiato per le grandi imprese, con maggiori funzioni di management e sicurezza

Si chiama Dropbox Enterprise il nuovo livello di offerta per le aziende che Dropbox ha sviluppato e offre come evoluzione di Dropbox Business, che resta comunque disponibile per – idealmente – i professionisti e i gruppi di lavoro. Le funzioni di base sono quelle della versione Business e in generale di Dropbox, quindi un’offerta di cloud storage con diverse funzionalità legate alla sicurezza e alla collaborazione.

In più rispetto a Dropbox Business ci sono varie funzioni di gestione e controllo degli accessi alle informazioni, un elemento critico perché la condivisione dei dati via cloud storage è considerato un punto molto debole da molti CIO e CISO.

Dal punto di vista della gestione Dropbox Enterprise permette allo staff IT aziendale di identificare gli account personali già in uso fra i dipendenti, “assorbirli” nel nuovo Dropbox d’impresa e gestire la loro migrazione verso gli account enterprise. Come è opportuno, quindi, l’uso di Dropbox non avviene più attraverso account privati. La console di gestione di Dropbox Enterprise permette di analizzare l’eventuale utilizzo a titolo personale che i dipendenti fanno dello storage aziendale e anche come scambiano dati con collaboratori esterni.

La visualizzazione di una cartella condivisa in Dropbox
La visualizzazione di una cartella condivisa in Dropbox

Dropbox Enterprise pone anche un forte accento sull’espandibilità: le aziende clienti hanno accesso illimitato alle API del sistema per integrare il servizio di storage cloud con i loro sistemi informativi. In caso siano necessarie integrazioni custom, Dropbox mette a disposizione il proprio team di sviluppo.

Lato sicurezza sono state introdotte tre nuove funzioni che saranno disponibili anche per Dropbox Business. Una, più semplice, è la possibilità di aggiungere un logo aziendale alle pagine dei link condivisi, in modo che chi consulta un contenuto condiviso sappia in maniera evidente che proviene da un’azienda. C’è poi la possibilità per il team di amministrazione di eseguire il login all’account di un dipendente, per verificare eventuali usi impropri della piattaforma allo stesso tempo tenendo traccia di questi accessi “di gestione”.

Infine, è stato introdotto lo stato di utente “sospeso”, intermedio tra l’utente attivo e quello del tutto disabilitato. È utile quando un dipendente lascia l’azienda: permette di bloccare il suo accesso ai dati aziendali ma non cancella l’account, quindi mantiene disponibili i suoi documenti al resto dello staff aziendale (beninteso, che abbia le giuste autorizzazioni).

Read also :