Il Cloud Server fai da te secondo 1&1

CloudIaas

1&1 già nel 2010 proponeva un sistema di configurazione di server in cloud alla portata di tutti. L’offerta oggi è diventata più articolata e con 1&1 Cloud Server si possono avere risorse tecnologiche di ottimo livello, facili da gestire, anche alle nostre medie imprese

1&1 sostanzialmente è un fornitore di web hosting, che opera nel mercato mondiale dalla fine degli anni ’80. L’originalità della proposta di 1&1 è quella di proporsi come un vero e proprio negozio di risorse su Internet, per mettere a disposizione delle piccole e medie imprese tutto quello di cui hanno bisogno in cloud.

1&1_Pannello di controllo di Cloud Server
Un dettaglio del pannello di controllo di Cloud Server come è proposto da 1&1

Così dall’inizio dell’anno 1&1 oltre a proporre Web Hosting, soluzioni business di cloud hosting, web server, anche una proposta Cloud server dedicata alle aziende e agli sviluppatori per migrare progetti Web o ancora meglio spostare progetti di sviluppo per le applicazioni business in cloud. L’offerta in verità va a sostituire la proposta pioneristica – lanciata nel 2010, che si chiamava Dynamic Cloud Server – con l’aggiunta di storage SSD e infrastruttura SAN, e della console KVM per l’accesso ai server come se fossero on premise.

1&1_Cloud Panel
1&1 Cloud Server, un tutor guida l’utente durante la prima configurazione

La proposta Cloud Server, in pratica, va oltre la semplice offerta in cloud di spazio, registrazione di domini, server email, e offre la possibilità di un ulteriore passo avanti con la disponibilità di un server del tutto configurabile per i tipici utilizzi di piattaforma.

1&1 affianco alle sezioni Home e Domini ha pensato così a inserire un’architettura Server in cloud, ampiamente configurabile, preservando prima di tutto la semplicità con una dashboard semplificata, facile da utilizzare per chiunque abbia per esempio già utilizzato servizi conosciuti di amministrazione di un dominio e abbia le conoscenze di base di un’infrastruttura IT.

Gli amministratori anche delle nostre medie imprese, e perché no anche quelli delle piccole che operano nell’ambito dello sviluppo, troveranno agevole poter attivare in meno di un minuto i propri server in cloud, valutare le risorse storage da assegnare e le soluzioni di connettività, impostando load balancer, e policy di backup.

Con la comodità di visualizzare in tempo reale il ‘conto’ dell’infrastruttura, a seconda di come la si sta scegliendo, e di modificarla a portata di clic. 1&1 propone storage SSD di default su SAN e sono disponibili specifici template per installare sui server in cloud predisposti le applicazioni più interessanti negli ambiti di riferimento per i clienti 1&1, per esempio WordPress e Drupal (ma anche Magento).

La caratteristica più importante, a nostro avviso, è la semplicità della proposta. Pensiamo che i primi destinatari di 1&1 Cloud Server siano proprio per questo i clienti già legati a 1&1 che oltre al Web hoster possono trovare quello che serve per implementare una piattaforma cloud con un prezzo di ingresso, a consumo, per minuto, a partire da da 0,00037 euro, oppure su base mensile per 15,84 euro nella configurazione di base.

1&1_Creazione Load Balancing
1&1, la creazione di un Load Balancing con la proposta Cloud Server

Per le nostre PMI il vantaggio primario è quello di non immobilizzare capitali, magari su progetti di cui non si può pianificare durata e respiro, con un’infrastruttura on premise da manutenere, e allo stesso tempo poter contare anche su configurazioni server di default con il controllo sulle API per automatizzare numerose operazioni di routine, come le configurazioni dei server, le policy di backup e l’integrazione di risorse nel Cloud con sistemi interni.

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore