IBM privilegia i margini sul fatturato. La scommessa cloud

CloudEnterprise

IBM: in gioco soprattutto la velocità della trasformazione del modello aziendale

Gli ultimi risultati trimestrali di Ibm sono in qualche modo inquietanti: per la decima volta consecutiva il volume dei ricavi arretra. Ma Ginni Rometty , CEO di Ibm, ha ricordato nel corso di un incontro pubblico che l’obiettivo più importante è l’aumento della marginalità e non il mantenimento della crescita delle vendite. Ma forse si tratta di u a maniera di indorare risultati non buoni e preparare lil investitori a una dura realtà. La caduta del volume d’affari di Ibm andrà a ad accelerare.

E non potrebbe essere altrimenti dopo la politica di dismissioni iniziata con la cessione delle attività collegate ai server ( grande fatturato , ma pochi benefici) e la cessione con pagamento a carico dell’azienda delle fabbriche di semiconduttori americane a GlobalFoundries.

Cook (Apple) e Rometty (IBM)
Cook (Apple) e Rometty (IBM)

Con questa uscita dall’hardware Ibm si separa in parallelo anche da un gran parte del suo volume di affari , ma spera di aumentare i profitti. A contrasto basta osservare la politica sulle attività cloud che si traduce invece in acquisto di attività esterne.
Sembra una Ibm tornata agli inizi degli anni Novanta con ( allora) la fase di profonda trasformazione verso i servizi. In un decennio fino ai primi anni di questo secolo Ibm è riuscita ad uscire da una crisi severa rivolgendosi al mercato dei servizi. Ora il è invece in gioco – con una situazione più confortevole sugli utili – la capacità di adottare una strategia cloud.
Al momento il cloud rappresenta un volume di affari di 3,1 miliardi di dollari , ma è “solo” il 3 per cento del totale.
Inutile elencare le molteplici decisioni strategiche di questi ultimi mesi: l’acquisizione di Softlayer per il cloud pubblico ( 2 miliardi di dollari) , gli investimenti in 15 nuovi data center , l’apertura della divisione Watson ( un miliardo di dollari di investimenti). Senza dimenticare l’accordo con Apple per la mobilità. In questo campo Tim Cook ha dichiarato in arrivo i primi prodotti dal mese prossimo: client Apple e servizi cloud e di analisi di Ibm per banche, assicurazioni, trasporti , telco e PA.
E’ in gioco soprattutto la velocità della trasformazione del modello aziendale

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore