HP: chip ARM a 64 bit sui server Proliant Moonshot

CloudWorkspace

Da HP due server basati su v chip ARM a 64 bit , cartucce per sistemi Moonshot

HP annuncia la disponibilità del suo primo server basato su chip ARM a 64 bit . Si tratta della cartuccia Proliant m400 compatibile con i sistemi del progetto Moonshot.

xgene

Il tutto grazie a un chip X-Gene 1 di Applied Micro, che prevede 8 core ARM a 64 bit che viaggiano a 2,4 GHz ed è stato realizzato in maniera specifica per i server. Il Proliant m400 opera con la distribuzione Ubuntu di Linux.

HP ProLiant m400, il nuovo server a 64 bit del portafoglio HP ProLiant Moonshot, è il risultato di un impegno pluriennale che ha richiesto l’input dei clienti e l’espansione dell’ecosistema ARM per lo sviluppo di una soluzione allineata con i rigorosi standard di progettazione e collaudo di HP, indispensabili per ottenere livelli di prestazioni e qualità eccellenti volti a garantire una soluzione adatta all’implementazione in produzione nei data center aziendali. Per carichi di lavoro specifici, l’architettura ARM ottimizzerà uno dei requisiti di compute più critici dei clienti, ovverosia la memoria bilanciata che sarà offerta ad un total cost of ownership inferiore.

HP propone anche un altro modello Proliant m800, che si basa su un SoC a 32 bit di Texas Instruments.
proliantm400

I nuovi server, che fanno parte del portafoglio HP ProLiant Moonshot, segnano un importante traguardo nella progettazione della piattaforma infrastrutturale di prossima generazione, che indirizza le esigenze IT con un ricco set di risorse di elaborazione, collocabili ovunque, scalabili per qualsiasi carico di lavoro e disponibili in qualsiasi momento. I server HP ProLiant Moonshot offrono sistemi ad elevata densità basati su tecnologia ARM per ambienti data center hyperscale, che supportano i clienti nel miglioramento delle performance delle applicazioni, favoriscono l’innovazione del business e rivoluzionano la struttura dei costi del data center.
Le cartucce Proliant m400 troveranno posto nello chassis Moonshot 1500 che permette di ospitare un massimo di 45 server ,ovvero 360 core ARM.
Inoltre, HP renderà disponibile una piattaforma predisposta per gli ambienti di produzione che consentirà agli sviluppatori software di sviluppare, testare e trasferire le applicazioni sui server ARM a 64 bit.
ARM e i suoi partner -da Appled Micro ad AMD – per diverso tempo hanno parlato di estendere il progetto dei chip a basso consumo di ARM anche all’ambiente server.
Si apre così in maniera ufficiale un altro fronte di competizione con Intel attorno ai cosiddetti microserver. Intel in questo settore di mercato offre i suoi Atom , ma anche i SoC Avoton C2000, in attesa dei Deverton a 14 nanometri.
I primi sistemi HP Moonshot erano basati sul chip Intel e AMD in architettura X86.
Dell è un altro vendor di server che sta valutando ARM per i suoi progetti Copper e Zinc.Ma Dell ha valutato che il mercato non esprime una chiara domanda di server in architettura ARM.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore