Fortinet protegge i clienti di Google Cloud con FortiGate VM

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

FortiGate VM assicura protezione ai workload e agli spostamenti applicativi in cloud, ora è disponibile anche per Google Cloud Platform. Obiettivo: gestire la sicurezza multi-cloud con la stessa comodità dell’on-premise

Fortinet ha reso disponibile FortiGate Virtual Machine per la piattaforma Google Cloud. Si tratta di un’appliance virtuale in grado di offrire sicurezza alle imprese che utilizzano Google Cloud per i propri workload e per gestire le applicazioni.
L’offerta infatti include la visibilità, funzioni di rilevamento integrato delle minacce e le funzionalità di risposta automatica che i clienti hanno già conosciuto nella proposta cloud di Fortinet, estendendole a Google Cloud.
Il cloud computing, pervasivo, è già in evoluzione.  Quando le aziende trasferiscono le applicazioni dai data center on-premise all’infrastruttura public cloud, per essere più agili e guadagnare in scalabilità, controlli e policy di sicurezza sono fondamentali.

Ci si muove in ambienti multi-cloud che richiedono però le stesse performance di sicurezza, qualsiasi sia la cloud utilizzata. Serve pertanto una Security Fabric con funzionalità integrate e tecnologie di rete che condividano l’intelligence sulle minacce avanzate e automatizzino le risposte in tempo reale. E con il suo Security Fabric, Fortinet offre ai clienti aziendali un unico pannello di controllo delle VM FortiGate e delle altre applicazioni di sicurezza su Google Cloud, in modalità on-premise o in ambienti cloud ibridi.

L’ambito di utilizzo della nuova proposta è proprio questo ed è rimarcato da John Maddison, Senior Vice President di Prodotti e Soluzioni di Fortinet, che spiega: “La maggior parte delle organizzazioni sfrutta il cloud computing per accelerare la crescita e le strategie di business digitali. I requisiti infrastrutturali per le risorse on demand possono crescere automaticamente e in sicurezza con le esigenze aziendali sono in rapida evoluzione, rendendo la trasformazione della sicurezza un requisito fondamentale per queste reti multi-cloud”.

Si tratta quindi di una proposta che scala a sua volta l’offerta sicurezza secondo un modello a consumo e on-demand, con gli stessi vantaggi portati già dal cloud computing sulle infrastrutture di calcolo. E’ proprio questo il modello proposto da Fortinet per FortiGate Virtual Machine (VM)  che è disponibile per Google Cloud Platform, con un’offerta di questo tipo e più livelli di sicurezza per le reti cloud aziendali dinamiche. 

Fortigate VM – Una schermata della versione demo

Per quanto riguarda l’offerta, FortiGate VM si trova disponibile sul marketplace Google Cloud Launcher – è una sorta di sportello unico per i clienti di Google Cloud alla ricerca di applicazioni di business affidabili e di fornitori di servizi che offrono soluzioni comprovate che si integrano con la Google Cloud Platform.

Tra i benefici più rilevanti, offerti dal FortiGate VM, la possibilità di spostare i workload con policy di sicurezza coerenti e automatizzate, mentre gli utenti mantengono il pieno controllo di visibilità sull’infrastruttura, come se fosse on-premise. Alla base le stesse performance offerte dall’intelligence sulle minacce dei FortiGuard Labs con il sistema operativo FortiOS che offre visibilità del workload e gestione attraverso ambienti di tipo fisico, virtuale e cloud.