F5 Networks, la digital transformation si fa in multicloud

CloudCloud managementDevopsProgettiSecurity managementSicurezza

L’ottimizzazione IT è il primo vantaggio della trasformazione digitale, e si raggiunge attraverso una combinazione di cloud, architetture applicative e soluzioni di automazione. Nell’era app-centrica serve un approccio multicloud

F5 Networks nel Report 2018 dal titolo The State of Application Delivery ha raccolto i risultati di una serie di interviste tra oltre tremila membri della comunità tecnologica in un’ampia gamma di settori per indagare come i responsabili IT in azienda si stiano muovendo relativamente ai temi della sicurezza delle applicazioni, della migrazione in cloud, della trasformazione digitale…

The State of Application Delivery F5 Networks – Il campione della Survey

L’ottimizzazione IT è il primo vantaggio derivante dalla trasformazione digitale (69 percento), mentre il secondo beneficio è il vantaggio competitivo (59 percento), seguito dall’ottimizzazione dei processi aziendali (49 percento). Per la maggior parte di essi la strada da percorrere sembra essere quella di una combinazione di cloud, nuove architetture applicative e automazione dell’IT.

Oltre la metà degli intervistati in EMEA (57 percento), infatti, ha dichiarato di stare utilizzando l’automazione e l’orchestrazione dell’IT proprio a causa della trasformazione digitale. Quasi la metà (48 percento) si sta orientando verso una delivery delle app a partire dal cloud pubblico e sta modificando il modo in cui sviluppa le applicazioni. Il 43 percento, infine, ha affermato che la digital transformation ha profondamente influenzato la ricerca di nuove architetture applicative che coinvolgono container e microservizi.

I benefici della Digital Transformation
I benefici della Digital Transformation

Non si sceglie un approccio al cloud computing per dogmi, anzi, la maggior parte degli intervistati, circa il 54 percento, sceglie un ambiente cloud, app per app, e solo il 20 percento dichiara che la decisione è presa dal responsabile della linea di business citata più spesso. Cambia letteralmente il paradigma, perché non è più oggi l’applicazione che deve essere collocata in un’infrastruttura per essere rogata, ma è l’applicazione stessa che in un certo senso determina la scelta, tra le tante disponibili.

Qual è il miglior cloud per le app
Qual è il miglior cloud per le app

Perché in un contesto così allora solo il multicloud può essere strumento virtuoso per la digital transformation? Perché le applicazioni devono essere distribuite in modo rapido, devono essere scalabili oltre che efficaci e un determinato ambiente che può essere favorevole in questo senso per un’app può non esserlo per un’altra, ma allo stesso tempo, le applicazioni non sono isole, hanno dipendenze significative con le sorgenti di dati, magari legate ad altre applicazioni, correlazioni che necessariamente devono prevedere strumenti di protezione sia in fase di application delivery, sia nella gestione delle identità per esempio.

MacVittie, Principal Technical Evangelist di F5 Networks, che spiega come oggi la digital transformation stia rivoluzionando la modalità con cui si sviluppano, implementano e distribuiscono le applicazioni usa un’espressione pregnante: “non si tratta tanto di fare migrare un’applicazione, quanto piuttosto di esegue la migrazione di un’architettura”.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore