Equinix rinnova i data center: fortezze inespugnabili per sicurezza e compliance

Big DataCloudData storageDatacenter

Emmanuel Becker, Managing Director Italy e altri vertici Equinix spiegano la strategia di investimento e di miglioramento dei data center localizzati a Milano e nel milanese. L’ML3 di Basiglio, dal 2016, sta subendo una radicale ‘digital transformation’

Un punto fermo: la digital transformation che si può accelerare grazie a un punto strategico per l’interconnessione: Milano. Emmanuel Becker, Managing Director Italy di Equinix, spiega l’importanza di crescere sul mercato italiano e su Milano, soprattutto, definito “un punto strategico per l’interconnessione, con l’intento di rinnovare le nostre infrastrutture”. Nell’ambito della trasformazione digitale, entrano in gioco diversi fattori: un ecosistema che aiuti la digital journey “un trend importante sulla digital impact è il bisogno di partner che aiutino ad avere relazioni in funzione dei bisogni in breve tempo, adattando alle esigenze dei clienti. Questi trend si devono tradurre in un accesso ai servizi che aiutino alla digital transformation”. Ma questo tipo di trasformazione pone dei rischi di livello superiore a livello di sicurezzase si fa un progetto di ibridizzazione e ripartizione geografica si deve avere la garanzia che quel progetto realizzato lontano dalla sede sia ugualmente sicuro come quello vicino alla sede”.

Emmanuel Becker

Inoltre, sulla compliance, ci sono paesi nel mondo dove non è garantita, spiega Becker, come per esempio a Dubai dove ci sono free zone e altre data control zone: Equinix le garantisce entrambe. Tornando al nostro paese e a Milano in particolare, Equinix ha completamente rinnovato il data center multi-tenant situato a sud di Milano: ML3. Operativo dal 2009, ML3 è stato ampliato e potenziato sia in termini di infrastruttura sia di resilienza e di sicurezza. Nel 2018, Equinix ha annunciato il progetto da 8 milioni di euro che è parte di un investimento totale di 18 milioni di euro. ML3 dispone di una maggiore superficie di colocation scalabile e ha la possibilità di ospitare fino a 800 cabinet. Offre oggi gli standard di qualità Equinix e un uptime del 99,999% grazie agli 8 nuovi UPS statici su due stringhe indipendenti e a 1,472 nuove batterie da 12 V che entrano immediatamente in funzione in caso di necessità. I 4 nuovi generatori diesel con serbatoi di carburante sufficienti a garantire 36 ore di backup a pieno carico e che sono rifornibili durante l’uso, offrono ridondanza nell’approvvigionamento energetico.

Equinix – ML3

Oggi, Equinix dispone di tre data center International Business Exchange (IBX) di moderna generazione nell’area di Milano che offrono accesso a un’ampia scelta di cloud e network service provider, punti di scambio Internet e reti di content provider. “Dopo aver ampliato ML2, ora continua il nostro piano di investimenti in Italia con il completo rinnovo del data center ML3. Per Equinix è importante crescere nel mercato italiano essendo Milano un punto strategico per l’interconnessione. Il nostro intento è quello di continuare a rinnovare le nostre infrastrutture per offrire ai nostri clienti servizi all’avanguardia in grado di accelerare la digital transformation”, dice Becker.

L’ML2 è il secondo data center in termini di connettività italiano, situato in via Savona a Milano, oggi l’annuncio del rinnovo dell’ML3 a Basiglio, a sud di Milano. Nell’ML2 sono stati fatti investimenti per una nuova stanza per 200 nuove cabinet disponibili, investendo in connettività su due nuove media room con le due già esistenti. Marco Matarazzo, senior manager, ha spiegato il potenziamento dell’ML3 che ha ora una colocation scalabile e un uptide prossimo al 100%. “Costruito nei primi anni 90 da una banca, aveva dei livelli avanzati di sicurezza ma aveva bisogno di lavori incrementali. Nel 2016 lo acquisisce Equinix e lo abbiamo rivoluzionato secondo gli standard Equinix: il primo anno è stato completato l’engineering e a breve completeremo i lavori di ristrutturazione: quattro diverse fiber entry points, prime rated genset che ci permette di andare sotto generatore senza problemi”. Spiega Matarazzo.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore