Mercato server, i ricavi crescono il doppio rispetto ai volumi

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Secondo Gartner nel primo trimestre del 2018 il mercato dei server ha fatto registrare ricavi in crescita del 33,4 percento, ma le spedizioni sono cresciute del 17,3 percento, in aumento ancora il costo dei componenti e delle DRAM. In Emea Lenovo e Dell EMC crescono più di tutti

Le aziende investono in modo significativo nel cloud e anche nelle soluzioni di cloud pubblico, ma credono ancora nel data center aziendale e soprattutto nelle soluzioni hyperscale che contribuiscono così in modo significativo alla crescita del mercato dei server nel primo trimestre del 2018.
E’ il primo rilievo nelle stime degli analisti di Gartner. L’incremento dei fatturati, del doppio superiore rispetto a quello dei volumi è da attribuire in gran parte al prezzo delle memorie Dram che continua a rimanere alto e in un certo senso frena la crescita sui volumi.

Le stime sui volumi consegnati del mercato server mondiale (Q1 2018 in unità)

Company 1Q18
Shipments
1Q18
Market Share (%)
1Q17
Shipments
1Q17
Market Share (%)
1Q18-1Q17
Growth (%)
Dell EMC 555, 792 18.2 466,800 17.9 19.1
HPE 400,958 13.1 428,169 16.8 -8.5
Inspur Electronics 200,283 6.6 139,203 5.4 43.9
Huawei 182,227 6.0 156,559 6.0 16.4
Lenovo 157,047 5.1 145,977 5.6 7.6
Others 1,555,783 51.0 1,254,892 48.2 24.0
Total 3,052,091 100.0 2,601,600 100.0 17.3

Fonte: Gartner (June 2018)

L’analisi regionale evidenzia come a trainare il mercato siano il Nord America e l’area Asia Pacifico, rispettivamente con ricavi in crescita del 34 e addirittura del 47,8 percento, mentre in termini di spedizioni la crescita si limita rispettivamente del 24,3 e del 21,9 percento.
In Emea si registra una crescita dei fatturati del 32,1 percento (per un valore complessivo di circa 3,7 miliardi di dollari), ma con un aumento delle spedizioni appena del 2,7 per cento.

Le stime dei ricavi del mercato server mondiale (Q1 2018 in dollari Usa)

Company 1Q18
Revenue
1Q18
Market Share (%)
1Q17
Revenue
1Q17
Market Share (%)
1Q18-1Q17
Growth (%)
Dell EMC 3,593,916,375 21.5 2,373,171,860 19.0 51.4
HPE 3,321,304,736 19.9 3,009,569,241 24.1 10.4
Inspur Electronics 1,188,428,802 7.1 539,259,419, 4.3 120.4
Lenovo 1,088,922,220 6.5 731,647,279 5.8 48.8
IBM 1,067,701,728 6.4 831,622,879 6.6 28.4
Others 6,432,219,303 38.5 5,023,547,428 40.2 28.0
Total 16,692,493,164 100.0 12,508,818,106 100.0 33.4

Fonte: Gartner (June 2018)

In controtendenza è il Giappone in cui il mercato dei server decresce (del 5 percento per i fatturati e del 7,3 percento per i volumi), mentre in America Latina il fatturato sale del 19,2 percento ma le spedizioni decrescono dell’1,8 per cento.

Per quanto riguarda i vendor, Dell EMC a livello globale marca il secondo miglior risultato, le stime per il primo trimestre del 2018 indicano per quanto riguarda i ricavi una crescita di oltre il 51 percento anno su anno, con Inspur Electronics, attiva soprattutto nel mercato asiatico che ha più che raddoppiato i ricavi anno su anno con una crescita del 43,9 percento dei volumi. HPE tra i top vendor è la realtà che cresce di meno, meno anche rispetto a IBM (+28,4 percento) che abbraccia direttamente con la sua proposta solo una parte del mercato enterprise.

EMEA: Stime dei ricavi per vendor, 1Q18 (in dollari USA)

Company 1Q18
Revenue
1Q18 Market Share (%) 1Q17
Revenue
1Q17
Market Share (%)
1Q18-1Q17
Growth (%)
HPE 1,241,319,804 33.9% 915,079,134 33.0% 35.7%
Dell EMC 885,208,730 24.2% 561,854,433 20.3% 57.6%
Lenovo 312,476,124 8.5% 183,544,197 6.6% 70.2%
Cisco 278,800,000 7.6% 199,260,000 7.2% 39.9%
Fujitsu 271,344,836 7.4% 197,885,111 7.1% 37.1%
Others 670,754,177 18.3% 712,376,198 25.7% -5.8%
Total 3,659,903,671 100.0% 2,769,999,072 100.0% 32.1%

Source: Gartner (June 2018)

L’analisi nel dettaglio del mercato EMEA fa emergere come il costo di alcuni componenti, per la scarsità dell’offerta, insieme alle oscillazioni valutarie che contribuiscono al crescere degli importi di fatturato che sono misurati in dollari, tradiscano la natura della crescita, con un incremento delle spedizioni in verità più che modesto rispetto ai costi per le aziende che acquistano.

In Emea tutti i vendor più importanti crescono, HPE mantiene ancora la prima posizione ma è Lenovo a far registrare la crescita più significativa con un +70 percento, merito in parte anche dei risultati meno che discreti del primo trimestre del 2017, quando – dopo le scarse performance con i System X, il business sembrava non essere in grado di tenere il passo dei competitor.

EMEA: Server Vendor Shipment Estimates, 1Q18 (Units)

Company 1Q18
Shipments
1Q18
Market Share (%)
1Q17
Shipments
1Q17
Market Share (%)
1Q18-1Q17 Growth (%)
HPE 152,647 29.5% 167,818 33.4% -9.0%
Dell EMC 137,114 26.5% 112,872 22.4% 21.5%
Lenovo 32,031 6.2% 25,070 5.0% 27.8%
Fujitsu 23,515 4.5% 24,186 4.8% -2.8%
Cisco 21,614 4.2% 20,659 4.1% 4.6%
Others 149,968 29.0% 152,567 30.3% -1.7%
Total 516,890 100.0% 503,173 100.0% 2.7%

Source: Gartner (June 2018)

Questo primo trimestre del 2018 potrebbe segnare l’inversione definitiva di tendenza in positivo. E’ Dell EMC il vendor a fare meglio dopo Lenovo, il vendor inoltre ha ridotto significativamente il gap con HPE.

Il problema del mercato è ora evidente e marcato. Il costo dei componenti da un lato determina la crescita dei ricavi, ma dall’altro contribuisce anche a ridurre la crescita dei volumi, solo in parte attribuibile alle preferenze per i sistemi hyperscale. L’analisi sui volumi di server consegnati evidenzia inoltre le performance negative di HPE, rispetto a Dell EMC e a Lenovo.

Mentre il vendor cinese muove meno di un quarto dei server rispetto a Dell EMC, quest’ultima ora marca un market share di appena tre punti percentuali sotto quello di HPE. Erano molti di più (11 in meno) appena un anno fa.

Read also :