Data4: ecco il nuovo D4 Smart Data center dove la trasparenza fa fare goal

CloudDatacenter

Proseguono i lavori di costruzione dei data center nel campus Data4 di Cornaredo (Mi). Ora è il turno della Spagna. Inaugurato il quarto data center più smart e trasparente agli occhi dell’interconnessioni

Proseguono gli investimenti e le inaugurazioni di data center presso il campus di Cornaredo, in provincia di Milano, per Data4, operatore francese che gestisce finanzia e progetta data center. Oltre alla Francia, al Lussemburgo e all’Italia, con il campus in esame, i vertici incontrati a Milano hanno annunciato il prossimo sbarco anche in Spagna, a Madrid, per la partenza con un nuovo campus. “Il 6 giugno è stata fatta un’analisi della prossima sede spagnola con un investimento per il campus”, dice Davide Suppia, country manager di Data4 in Italia.

Davide Suppia

Tornando al nostro Paese, il nuovo data center (copre un’area di 2mila metri quadrati per un totale di potenza IT sviluppata pari a tre megawatt e ha livelli di efficienza energetica confermati da un valore PUE (Power User Effectiveness) prossimo a 1), che sarà oggetto di un evento con i clienti con visita il prossimo 25 ottobre 2018, ha la caratteristica di essere un ambiente nuovo, una sorta di evoluzione del data center. Suppia spiega che questa trasformazione, che combacia con l’idea di cloud e di posizionamento dei dati delle aziende in un’area sicura, non “può corrispondere a un bunker blindato. I clienti e i partner devono capire i nuovi tool che siano logici e non fisici e appartengano a un’infrastruttura visibile e un gateway interconnesso. Oggi siamo nell’era dell’Intelligence dopo aver passato quella della convergenza”.

Quando parliamo di cloud e di posizionamento dei dati, l’obiettivo che si stanno ponendo in Data4 è quello di essere più smart e rendere sì sicuri i dati risposti nel data center ma fare capire dove sono riposti, senza troppi misteri. Allo stesso tempo, anche gli accordi e le partnership con realtà del calibro di Var Group, per il quale Suppia spiega che Data4 è il “secondo data center di Var Group a Milano, dopo quello di Empoli” e i partner con cui Data4 lavora, non sono tutti integratori ma tutti hanno bisogno di un data center sicuro.

Oggi la capacità di calcolo ha avuto un’impennata e, a fianco di questo risultato ci sono servizi intelligenti che gestiscano gli asset It basati sul software, i cosiddetti software-defined everything. Tra i partner che ruotano attorno alla galassia Data4 ci sono realtà innovative che sanno portare valore aggiunto e nuova linfa, come per esempio Schneider Electric. Suppia afferma che dentro al campus sono previsti operatori specifici che forniscono assistenza nel caso in cui cada il collegamento con il data center. Nel dettaglio, questi sono data center certificati di livello Tier 4 per dare la possibilità ai clienti di avere sempre campus interconnessi e trovare la stessa cosa in Europa. Forte di un investimento di 140 milioni di euro nella realizzazione di questo campus, Data4 ha tre data center pienamente operativi e la capacità di costruirne altre 7. Insomma, tutto disegnato al compasso, in un’area che sta a dieci minuti da Milano città e che permette ottimi collegamenti con le principali arterie e aeroporti.

Olivier Micheli

Suppia, con Olivier Micheli, ceo e Jerome Totel, VP Sales Engineering e Product Development hanno presentato D4 Smart Datacenter, il nuovo data center appunto, più smart e pronto per la prossima generazione di colocation. Un investimento non da poco, sia per il campus sia per i singoli data center ma, come ha sottolineato Suppia, sempre sotto controllo da parte di organi certificatori. E’ così che, come si diceva nel 2017, dopo una operazione di finanziamento di 250 milioni di euro grazie a BNP Paribas e Netaxis, oggi AXA Investment Managers – Real Assets ha acquisito, per conto di AXA France, le quote precedentemente detenute da Colony Capital, creatrice nel 2006 di Data4. Azionista già dal 2012 con una quota del 37%, AXA possiede ora il 100% del capitale sociale.

Operativo nella governance di Data4 dal 2012, AXA conferma la fiducia nella capacità del Gruppo di affrontare le sfide della trasformazione digitale delle imprese e nel forte potenziale del settore delle infrastrutture Internet come base dell’economia digitale.
Come ha dichiarato Micheli “nel mondo dei data center ci deve essere sempre più spazio per realtà aperte e trasparenti e non chiuse perché l’apertura favorisce la collocazione dei dati. L’investimento in Italia è produttivo – spiega il ceo – è il nostro secondo campus nel Belpaese dopo la Francia e ha visto una crescita del 60% nel 2017 rispetto al 2016. E’ il quarto data center che abbiamo costruito e proseguiremo nei cinque anni previsti, grazie anche a nuovi azionisti che ci stanno dando una mano per l’espansione europea: abbiamo occhi puntati sulla Spagna”, afferma Micheli.

Anche Totel, facendo riferimento al report di 451 Research su “Smart Datacenters for Next-Generation Colocation”, sottolinea come stia galoppando la colocation e l’importanza di fornire ai clienti piena visibilità trasparenza nei benefici del business.

Fonte: Data4

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore