Colt pensa anche alle PMI, con un modello nuovo

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Per rivolgersi a una clientela diversa da quella tradizionale Colt sceglie di passare attraverso una collaborazione con BB Tech Group

Sempre più aziende sfrutteranno servizi erogati dai datacenter di qualche provider, ma resta una netta differenza tra le grandi imprese che sono già avvezze a muoversi nel mondo dei servizi online e cloud e le piccole-medie imprese che hanno bisogno spesso di un aiuto e una guida consulenziale. È un segmento in prospettiva interessante ma i grandi provider non hanno sempre la struttura per raggiungerlo. Partendo da questa constatazione Colt ha deciso di adottare un modello di business diverso dal solito: rivolgersi alle PMI, che finora non hanno avuto accesso ai suoi servizi in datacenter, usando la struttura del distributore BB Tech Group.

All’atto pratico la strada definita da Colt e BB Tech Group prevede che l’azienda utente acquisti i servizi di colocation Colt interfacciandosi non direttamente con l’azienda di TLC ma con un partner del distributore. L’idea di fondo è che questi abbia una competenza specifica tale da poter adattare l’offerta Colt – entro certi limiti – in modo personalizzato in rapporto alle esigenze e alla dimensione del cliente. Come spesso accade in questi casi l’offerta prevede diverse configurazioni predefinite secondo le richieste più comuni della clientela.

rete-colt
La rete Colt

I servizi di datacenter di Colt sono suddivisi in due ambiti principali: per la parte strettamente di colocation le offerte coprono esigenze che vanno da un rack singolo a spazi interamente dedicati, mentre una componente di servizi a valore aggiunto spazia dal disaster recovery ai servizi di connettività. E dato che essere PMI non vuol dire essere per forza operatori esclusivamente locali, Colt punta anche sul fatto che i suoi datacenter fanno parte di una rete di una trentina di centri carrier-neutral gestiti in tutta Europa e nella regione Asia-Pacifico.

Dal canto suo, BB Tech aggiunge l’accordo realizzato con Colt ad altri che ha di recente sottoscritto con altri operatori datacenter e cloud e con fornitori di connettività. Tra i più recenti troviamo Netalia e KPNQwest.