A Genova nasce un laboratorio universitario di ricerca sul cloud

CloudCloud management

Da un accordo tra Netalia e l’Università di Genova nasce un centro per lo sviluppo di tecnologie informatiche in ambito cloud

La descrizione ufficiale e completa è quella di un “laboratorio di ricerca congiunto per lo studio e lo sviluppo di tecnologie informatiche in ambito cloud”, più sinteticamente ciò che è nato dalla collaborazione del cloud provider genovese Netalia e il Dibris (Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi) dell’Università degli Studi di Genova è un centro di formazione e ricerca sulle tematiche del cloud che nelle intenzioni porterà vantaggi a entrambe le parti.

In ambito formazione l’obiettivo è in primo luogo rafforzare il corso di Laurea Magistrale in lingua inglese in Computer Science centrato sul tema Data Science and Engineering che viene portato avanti dal Dibris. Questo avverrà organizzando interventi formativi per gli studenti, studi mirati, ricerche ed attività didattiche specifiche. In piano inoltre l’organizzazione di incontri e seminari per l’approfondimento di temi specifici, lo svolgimento di stage presso Netalia e la collaborazione nella preparazione di materiale didattico e nella definizione dei programmi dei corsi.

Michele Zunino, CEO di Netalia
Michele Zunino, CEO di Netalia

Nell’ambito della ricerca scientifica, Netalia e il Dibris potranno partecipare a programmi di ricerca nazionali e internazionali, svolgere attività di ricerca congiunta relativamente a tecnologie e metodologie innovative nel settore del cloud e portare avanti attività di ricerca finalizzate all’evoluzione dei servizi Netalia. Il provider genovese metterà a disposizione la sua infrastruttura per la realizzazione di progetti di ricerca complessi legati alla data science da parte del dipartimento dell’Università.

Il progetto può essere considerato un primo passo per entrambe le realtà coinvolte. Secondo il professor Alessandro Verri, Coordinatore del Corso di Studi in Informatica gestito dal Dibris, il dipartimento intende “promuovere nuove forme di interazione con l’impresa che consentano ai nostri studenti di toccare con mano i vantaggi di coniugare una solida preparazione metodologica con esperienze pratiche su temi e tecnologie avanzate”. Netalia invece vuole “estendere ad altri dipartimenti dell’ateneo genovese e di altre università nazionali, così come ad altri enti di ricerca, la possibilità di comprendere e diffondere le metodologie cloud“, ha spiegato Michele Zunino, amministratore delegato di Netalia.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore