Cloud in box. Fujitsu lancia soluzione per VMware EVO: RAIL

Cloud

Fujitsu pronta a rilasciare il sistema iperconvergente per VMware EVO: RAIL

Fujitsu ha annunciato la sua prima infrastruttura convergente server e storage ottimizzata per VMware EVO: RAIL.
L’appliance EVO:RAIL è la prima delle soluzioni VMware per l’infrastruttura convergente e un nuovo mattone nella costruzione del Software-Defined Data Center . Offrirà risorse computazionali, network, storage e software di gestione integrati che consentiranno ai clienti di offrire servizi per la software-defined infrastructure in pochi minuti. L’appliance per l’infrastruttura convergente avrà uno stack software pre-testato e pre-integrato al 100% VMware, ottimizzato per una piattaforma hardware 2U/4-Nodi.
Il software VMware EVO: RAIL include vSphere , Virtual SAN , VMware vCenter Log Insight , tutti integrati con l’hardware dei diversi vendor.
EVO: RAIL semplificherà il deployment, la configurazione, la gestione, la riparazione e l’aggiornamento delle appliance. Avrà una nuova e intuitiva interfaccia che velocizzerà i processi manuali di creazione e gestione delle macchine virtuali, insieme ai network e ai datastore associati.

evo_rail_screen

Fujitsu System Appliance for VMware EVO: RAIL arriva mentre alcune indagini confermano infatti come gli utenti lamentino la lenta implementazione delle risorse storage e di calcolo supplementari che occorrono per gestire necessità in crescita, aggravata da problemi sulle funzionalità e costi superiori a quelli previsti.

Ma l’appliance è anche il primo sistema VMware puro integrato mai realizzato da Fujitsu: un’infrastruttura data center all-in-one dal deployment semplice e immediato.

L’ultima novità nel portafoglio di sistemi integrati Fujitsu è basata sui rack server Fujitsu Primergy CX400 ottimizzati per VMware EVO: RAIL. Oltre alle più alte prestazioni del settore in termini di server, Fujitsu abbatte anche i costi energetici fin del 27% grazie alla propria architettura Cool-safe Advanced Thermal Design che permette alla seconda generazione della Integrated System Appliance per infrastrutture VMware EVO: RAIL – in arrivo nei prossimi mesi – di performare a temperature ambiente superiori riducendo in questo modo i costi del raffreddamento.
Ogni appliance – che si installa all’interno di un normale rack standard per data center – è ottimizzata in termini di densità di calcolo ed è in grado di gestire circa 100 macchine virtuali general-purpose o circa 250 macchine per VDI (Virtual Desktop Infrastructure) di dimensioni medie.
Integrated System Appliance for VMware EVO: RAIL offrirà prestazioni ancora maggiori quando la piattaforma sarà aggiornata nei prossimi mesi dell’anno con la nuova generazione di processori Intel Xeon E5-2600 v3 e con il supporto della memoria DDR4.
In linea con un approccio teso a semplificare la complessità dei data center, la soluzione viene ordinata con una configurazione standardizzata. Le aziende che hanno bisogno di ulteriore capacità possono semplicemente scalare il sistema aggiungendo unità di sistema supplementari.
L’appliance convergente è già disponibile per gli ordinativi; i primi sistemi sono già stati installati dai clienti aderenti al programma early adopter.

 

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore