Azure Stack è più vicino al debutto

CloudIaasPaas

Il prossimo 29 gennaio Microsoft lancia la Technical Preview di Azure Stack, la piattaforma per realizzare cloud privati con le stesse funzioni del cloud pubblico Azure

Il prossimo 29 gennaio sarà disponibile la prima Technical Preview di Azure Stack, il “pacchetto” di componenti software per realizzare una infrastruttura di cloud privato che Microsoft propone a chi vuole replicare on-premise il funzionamento del cloud pubblico di Azure. L’idea – ha spiegato Mike Neil, Corporate Vice President Enterprise Cloud di Microsoft – è che “le aziende debbano approcciare il cloud come un modello, non un luogo” e che sia logico voler realizzare anche una infrastruttura privata quando non bastano le garanzie di sicurezza e privacy del cloud pubblico.

Ma la posizione di Microsoft è anche che quando la parte privata e quella pubblica del cloud devono operare sinergicamente e in modo coerente sia meglio avere una piattaforma cloud altrettanto coerente. E, spiega Neil, “solo Microsoft può soddisfare questa necessità con una piattaforma testata in un cloud pubblico hyperscale ed estesa a cloud privati e hosted”. Da qui la nascita di Azure Stack, derivato direttamente dal mondo Azure.

Azure Stack Portal
Un esempio di come appare l’Azure Portal

Azure Stack e Azure condividono molte cose: architettura, portale di gestione, modello applicativo e strumenti di sviluppo DevOps. Il modello applicativo si basa su Azure Resource Manager, che secondo Microsoft permette di gestire le applicazioni nello stesso modo indipendentemente dal fatto che siano eseguite su Azure o in Azure Stack. Dal punto di vista dello sviluppo gli strumenti sono gli stessi: Visual Studio e PowerShell restando in casa Microsoft, ma anche altri tool open source.

Lo sviluppo di Azure Stack offre secondo la casa di Redmond diversi vantaggi. Si possono sviluppare applicazioni adatte al cloud pubblico di Azure come a quelli privati di Azure Stack, i datacenter on-premise possono acquistare la flessibilità degli ambienti cloud, Azure Stack è una strada più comoda di altre per avvicinarsi al cloud ibrido.

La Technical Preview del 29 gennaio è solo il primo passo. Ne seguiranno altre con cui Microsoft intende aggiungere altre funzioni come nuove immagini dei sistemi operativi (tra l’altro Canonical sta preparando immagini “certificate” di Ubuntu Linux per Azure Stack) e nuovi template per Azure Resource Manager.

Read also :
  • azure
  • azure stack
  • cloud ibrido
  • microsoft
  • News
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore