AWS e Microsoft, a gonfie vele il business cloud, ora investimenti sui DC

CloudDatacenter

Crescono gli investimenti di Amazon e Microsoft per avvicinare i propri data center ai clienti. E’ questo il mantra per assecondare l’importante crescita in cloud di entrambi i vendor. I rilievi di Canalys

Le più recenti stime di Canalys relative all’ultimo trimestre del 2018 mostrano come Amazon Web Services (AWS) e Microsoft, con Azure, abbiano continuato a crescere e che l’entusiasmo per la loro proposta cloud non mostri segni di raffreddamento.

Tra i due giganti è proprio Azure di Microsoft a crescere più rapidamente, marcando +76 percento, rispetto a +46 percento della proposta AWS. Microsoft resta il secondo fornitore di soluzioni cloud, dietro ad Amazon, e la crescita è stata assecondata da importanti investimenti infrastrutturali in cui entrambe le aziende sono fortemente impegnate nell’intento di espandere la propria copertura geografica, ma anche di rinnovare i data center meno recenti.

Secondo le ultime relazioni finanziarie di Amazon e Microsoft, le spese in conto capitale (Capex) hanno continuato a crescere ogni anno. Questi numeri non riguardano solo il cloud, ma si riferiscono ad attività di investimento, incluso l’acquisto di beni e attrezzature o beni strumentali. AWS dispone attualmente di 60 infrastrutture cloud in tutto il mondo, con altre 12 in costruzione in Bahrain, Hong Kong, Italia e Sud Africa.

Canalys - La crescita del cloud e gli sforzi Capex
Canalys – La crescita del cloud e gli sforzi Capex

La crescita, secondo gli analisti di Canalys, sarebbe dovuta all’accelerazione sui progetti di trasformazione digitale delle aziende e quindi ad un importante migrazione dei carichi di lavoro. Amazon e Microsoft, da questo punto di vista, crescerebbero però con modalità diverse. La prima trainata dai suoi clienti aziendali e corporate, mentre Microsoft da iniziative consolidate di IT ibrido quindi beneficiando dell’ampia base esistente di clienti locali.

La necessità di mantenere la sovranità sui dati, la ricerca di una minore latenza e prestazioni più elevate stanno spingendo i fornitori di servizi cloud ad incrementare gli investimenti infrastrutturali e ad avvicinare i data center ai clienti.

L’investimento necessario per costruire nuovi data center cloud interconnessi è enorme e, a causa della costante esigenza di ottimizzare i costi operativi del data center, i cicli di aggiornamento saranno sempre più brevi. I fornitori di servizi cloud sono quindi sotto pressione e devono mantenere alte le possibilità di rendita con una corretta gestione dei Capex.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore