Avanade ricerca talenti per le sfide digitali

CloudEnterpriseMobility
Antonio Marsico, customer director di Avanade Italy

Cloud, servizi gestiti, digital workplace e digital customer sono i quattro ambiti in cui Avanade sta posizionando la propria offerta. Antonio Marsico, customer director di Avanade Italy, ricerca profili che siano degli enterprise architect

Le due direttrici chiare su come impostare il business, in Avanade, le dettano Accenture e Microsoft, rispettivamente genitrici dell’azienda con l’80% e il 20% del capitale, e che portano in dote sia l’anima del system integrator sia quella del vendor. “Siamo integratori e partner di Microsoft e nello stesso tempo abbiamo accesso in tempo reale allo sviluppo delle tecnologie e all’expertise di Accenture” precisa Antonio Marsico, customer director di Avanade Italy.

Settecento persone in Italia (+10% all’anno) e una crescita di fatturato a due cifre nel 2014 fanno sì che l’azienda sia alla continua ricerca di talenti, dai programmatori a figure di enterprise architect, in grado di valutare e rivisitare in ottica nuova la tecnologia del cliente, soprattutto tenendo conto delle nuove onde del mercato: mobility, multi device, necessità di rimpostare lo spazio di lavoro e volontà di meglio rispondere alle richieste dei clienti in tema di customer experience.

Antonio Marsico, customer director di Avanade Italy
Antonio Marsico, customer director di Avanade Italy

“Negli ultimi cinque anni siamo cresciuti a doppia cifra, molto al di là dell’andamento del mercato. Abbiamo raggiunto i 2 miliardi di sales a livello globale, con crescita media del 20% anno su anno. In Italia, nell’anno fiscale 2014 abbiamo registrato un + 17% di fatturato, contro un +13% dell’anno precedente” precisa Marsico, che dettaglia un’offerta che va dalla collaboration, ai servizi gestiti, fino all’analisi dei data e delle infrastrutture di una azienda, con proposte di soluzioni dall’enterprise resource planning, all’application development fino al Crm.

“Da un paio d’anni, l’impegno sui servizi gestiti è crescente, sia per la componente applicativa sia per quella infrastrutturale, nell’ottica di offrire ai clienti un gestione completa end-to-end – precisa -. I clienti chiedono sempre di più supporto per accedere in modalità multicanale ai servizi, sia quelli offerti da una banca o da un retailer, e aiuto per snellire la gestione complessiva del digital workspace”.

Due aree particolarmente interessanti nel 2014 sono stata Cloud e Digital, perché la vendita online di beni e servizi ha portato a individuare nuove tipologie di clienti. Se da una parte il cloud per Avanade è sempre ibrido, con la possibilità di trasferire dei workload più impegnativi fuori dall’infrastruttura di casa, dall’altra la mobility è il volano dei nuovi servizi richiesti dai clienti.

Non a caso tra le migliori referenze  Telecom Italia, per la quale Avanade ha realizzato l’app Cubovision per l’acquisto e la fruizione di contenuti video, e Mediaset per la quale ha messo a punto l’app per accedere ai contenuti Premium da xbox 360. In ambito diverso, importanti anche le referenze di Eni, con l’app Eni Gas&Luce per il controllo del consumo di energia/gas anche in mobilità, e del gruppo assicurativo Aviva, per il quale ha sviluppato l’app Aviva Italia per la compilazione del CAI e la consultazione del proprio piano assicurativo da smartphone o pc.

Proprio la richiesta di nuovi ambiti da indagare spinge la ricerca di talenti. “Ricerchiamo non solo competenze in ambito Erp o figure quali solution developer, system engineer e program manager – conclude Marsico – ma anche passione per la tecnologia, entusiasmo, propensione al lavoro di squadra”.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore