Perché l’infrastruttura definita tramite software è la strada per data center moderni e flessibili

Che cos'è un Brand Voice ?

Nell’odierno mondo caratterizzato da una costante innovazione e dai progressi della tecnologia, le aziende non possono tenersi semplicemente al passo, ma devono acquisire un vantaggio competitivo. Devono evolversi verso un’infrastruttura in grado di supportare questa innovazione, tramite flessibilità ed efficienza

Per i reparti IT, la vera agilità non si limita soltanto al provisioning rapido dei server. Sono infatti necessarie una serie di azioni, quali : il rendere disponibili servizi self-service in modo che gli utenti ottengano quello di cui hanno bisogno con interventi minimi da parte del reparto IT; il soddisfare livelli di servizio predefiniti per le applicazioni strategiche; il consentire agli utenti di provare nuove funzionalità, ampliando quelle che risultano vantaggiose ed eliminando le altre. Tutto questo deve essere ovviamente realizzato con il massimo ritorno sull’investimento.

Dietro le quinte, tutto questo impone una maggiore automazione, un aumento dell’utilizzo delle risorse di computing, networking e storage, l’allocazione immediata e caratteristiche integrate di resilienza e sicurezza.

L’infrastruttura definita tramite software (SDI) è un requisito necessario nell’evoluzione verso un data center flessibile e moderno. Si tratta di un percorso le cui prime fasi sono iniziate oltre dieci anni fa con la virtualizzazione del computing, dando vita ad una rivoluzione nell’ azienda ed offrendo risultati straordinari in termini di efficienza e prestazioni.

L’architettura SDI è ora una realtà percorribile, che consente alle organizzazioni di acquisire un’efficienza immediata ed una maggiore flessibilità. L’investimento in una moderna infrastruttura del data center non è più una semplice scelta auspicabile, ma un requisito imprescindibile e strategico per il business.

intel3

Per la stragrande maggioranza delle organizzazioni, i vantaggi del cloud in termini di trasformazione non sono stati ancora realizzati. L’infrastruttura del data center aziendale deve evolversi e modernizzarsi, acquisendo più caratteristiche di tipo cloud per supportare l’agilità dei servizi, sia per gli stakeholder interni, come gli sviluppatori che creano nuovi applicazioni native del cloud, sia per i clienti esterni che ormai si aspettano esperienze migliori quando interagiscono con le aziende.

Oggi, la crescita esplosiva dei dati digitali impone nuovi requisiti, non solo al computing ma anche alle tradizionali architetture di storage ed alle reti aziendali, creando colli di bottiglia per le prestazioni e l’agilità dei servizi stessi. Per affrontare al meglio queste sfide, le organizzazioni devono avanzare lungo la curva di maturità del cloud, estendendo la virtualizzazione oltre il computing per includere lo storage ed il networking e quindi passare a livelli superiori di automazione e orchestrazione per il provisioning self-service e gli SLA in tempo reale.

Mentre molte organizzazioni si trovano nelle fasi iniziali del percorso verso l’infrastruttura SDI, alcune hanno implementato completamente questa architettura in tutte le sottocategorie e funzioni del data center, ossia computing, networking e storage; le barriere tecnologiche stanno rapidamente crollando e le principali aziende creano cloud privati self-service locali con funzionalità SDI per raggiungere i livelli ottimali di agilità, flessibilità ed efficienza del business.

Alcuni esempi ci permettono di comprendere meglio tale fenomeno:

  • Walmart Stores ha sviluppato un grande cloud privato basato su OpenStack, con più di 100.000 core e diversi petabyte di spazio di storage per le proprie operazioni di e-Commerce. L’infrastruttura cloud di Walmart offre ora all’azienda una flessibilità sufficiente per realizzare applicazioni che rispondano alle esigenze in continua evoluzione degli utenti.
  • DreamWorks Animation usa un’implementazione di cloud privato Red Hat per la collaborazione rapida e sicura sul lavoro di animazione ad uso intensivo di dati ed elaborazione tra tutti i team di artisti. L’infrastruttura cloud offre all’azienda un pool condiviso di risorse per tutti i film in produzione in qualsiasi momento, con una maggiore affidabilità e scalabilità.
  • PayPal instrada ora circa il 100% del traffico Web tramite un cloud privato OpenStack, assicurandosi i livelli necessari di agilità per il business senza compromettere la disponibilità.

E Intel gestisce un’infrastruttura definita tramite software per le proprie operazioni IT interne, assicurandosi agilità, costi contenuti ed orientamento ai servizi. Il passaggio all’infrastruttura SDI ha consentito di risparmiare diversi milioni di dollari in investimenti di capitale, migliorando allo stesso tempo l’efficienza delle operazioni dell’infrastruttura di circa il 10% ogni anno.

Il ruolo di Intel nell’accelerazione del cloud aziendale

L’innovazione Intel a livello di silicio rappresenta un fattore cruciale nell’innovazione e nell’implementazione di architetture cloud. L’ampia gamma di prodotti ottimizzati per i carichi di lavoro supporta l’esecuzione efficiente e l’accelerazione dei principali carichi di lavoro aziendali stessi. E le funzionalità di questi prodotti in silicio sono ancora di più evidenti e dottimizzate dagli investimenti in software, che consentono la distribuzione ancora più rapida di soluzioni SDI ampiamente scalabili. Con la sempre maggiore diversificazione dei carichi di lavoro degli odierni data center, cambiano anche i requisiti di throughput, latenza, capacità di memoria, resilienza e scalabilità. È necessario soddisfare tutti questi requisiti per mantenere livelli ottimali di distribuzione del servizio per gli utenti finali.

Intel ha avviato una serie di iniziative, orientate alla tecnologia e all’ecosistema, per favorire la maturità delle soluzioni e semplificare l’implementazione di cloud aziendali basati su SDI.

intel4

Oltre a garantire un alto livello di innovazione nelle proprie principali tecnologie, Intel si impegna attivamente anche per rendere possibili soluzioni complete. Sta infatti spingendo verso standard aperti ed offre contributi per l’open source. Grazie a queste iniziative, le implementazioni del cloud aziendale sono più semplici, più facili da gestire, interoperabili e più affidabili. Inoltre, il programma Intel Builders sta sviluppando architetture di riferimento e progetti di soluzioni, evidenziando configurazioni ottimali dell’infrastruttura a sostegno di varie applicazioni aziendali. Queste risorse, oltre all’impegno attivo di tutti i provider di soluzioni, facilitati da tale programmas, contribuiscono ad accelerare e a semplificare l’implementazione di soluzioni SDI.

Nei primi anni dell’innovazione del cloud, le aspettative sul significato di un’impresa dinamica e reattiva sono cambiate completamente. Questa trasformazione si sta attuando nelle aziende che modernizzano i loro data center con un’infrastruttura definita tramite software: i costi dell’IT si stanno riducendo mentre tutte le linee di business possono usufruire di nuove funzionalità e della possibilità di distribuire più rapidamente nuovi servizi.

La sinergia tra tecnologia ed ecosistemi consente alle aziende di adottare misure immediate verso un futuro predisposto per il cloud. Raggiungere la vera agilità nell’impresa è una possibilità concreta, e le principali aziende ne stanno prendendo atto

Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore