La gestione del rischio nel mondo iperconnesso

Che cos'è un Brand Voice ?

Grazie all’economia iperconnessa le aziende di qualsiasi dimensione possono sfruttare il valore dei Big Data generati in diversi ambiti: dalle reti aziendali alle piattaforme dei social media ai dispositivi mobili.

Grazie all’economia iperconnessa le aziende di qualsiasi dimensione possono sfruttare il valore dei Big Data generati in diversi ambiti: dalle reti aziendali alle piattaforme dei social media ai dispositivi mobili. Questa grande opportunità di business però comporta anche alcuni rischi, ad esempio le aziende devono gestire le informazioni in modo sicuro nel pieno rispetto delle normative locali e internazionali.

Le aziende sono sempre più interessate a sfruttare le più recenti tecnologie per migliorare i propri prodotti e servizi , così come di rendere sempre più efficienti i processi interni.

L’avvento delle tecnologie Machine-To-Machine (M2M), dell’Intelligenza Artificiale (IA) e dell’Internet Of Things (Iot), negli ultimi mesi ha catturato l’attenzione del business, che ne riconosce i benefici e percepisce quanto possano contribuire a migliorare prodotti, servizi, processi.

In particolare queste tecnologie aiutano ad automatizzare e a velocizzare compiti che prima si potevano portare a termine solo in modo manuale, come la manutenzione delle attrezzature, e lo possono fare proprio grazie ai dati ottenuti da piattaforme diverse.

Tuttavia come prima conseguenza le aziende si trovano a dover elaborare e memorizzare grandi quantità di dati; si dice che il 90 percento dei dati di tutto il mondo in realtà sia stato generato solo negli ultimi due anni. Questo naturalmente è anche fonte di preoccupazione per chi gestisce l’IT in azienda, perché deve garantire che tutte queste informazioni siano correttamente classificate e gestite, e su di esse deve essere garantita la sicurezza in conformità sia con le disposizioni locali che internazionali sulla protezione dei dati.

Così il tema della Data Protection risulta di vitale importanza per le imprese: da un lato abbraccia e comprende le opportunità offerte dalle nuove tecnologie, dall’altro impone di mantenere alto il controllo sui log di rete e sugli alert di sicurezza rispettando le norme più recenti. Al più tardi entro la fine dell’anno dovrebbe entrare in vigore la normativa sulla protezione dei dati dell’UE, che potrebbe introdurre pesanti sanzioni in caso di violazioni nella protezione dei dati e richiedere alle aziende di riportare in via ufficiale ogni violazione della sicurezza entro poche ore, non giorni o addirittura settimane.

Il mondo iperconnesso non solo ha generato potenzialmente più rischi di perdita dei dati, ma ha aperto vere e proprie autostrade agli hacker.

Un rapporto di McKinsley ha rilevato che quasi l’80 percento dei responsabili IT ha ammesso di non poter tenere il passo con il livello di sofisticazione crescente degli attacchi, una tendenza che è difficile pensare che si inverta con gli hacker che cercano sempre di più di monetizzare la propria attività illecita.

Con leggi e regolamenti in trasformazione e la grande quantità di dati esistente, le aziende stanno cercando di capire meglio cosa accade sulle loro reti, in modo da poter reagire più velocemente prevenendo o mitigando i danni.

SAP HANA

SAP HANA, elemento portante della strategia “Run Simple”, è una piattaforma di in-memory computing che accelera i processi decisionali, elaborando i dati complessi praticamente in tempo reale. La piattaforma sfrutta innovazioni a livello hardware e software che permettono l’elaborazione veloce di grandi quantità di dati al servizio sia delle applicazioni transazionali classiche, sia come risorsa per gli analytics.

SAP HANA combina database, processi applicativi, e integrazione di servizi su un’unica piattaforma. Spesso le aziende fanno girare le applicazioni ‘on top’ per le analisi predittive. Per esempio è il caso del porto di Amburgo – che utilizza SAP HANA per controllare le 140 tonnellate di merci che transitano in entrata e in uscita ogni anno. (9 milioni di container movimentati per anno, 8000 camion al giorno)

SAP HANA permette una gestione semplice in ambito privacy e sicurezza, con grande attenzione sulla fase di caricamento dei dati e di backup, e per la registrazione di modifiche anche minime in tempo reale.

SAP HANA, disponibile anche in versione cloud, può essere utilizzato per monitorare le interazioni con i clienti e consente di implementare specifiche policies di sicurezza per soddisfare tutti i requisiti di conformità.

Oltre a questo focus sugli analytics predittivi, la piattaforma supporta diversi processi di autenticazione, tra cui il sistema Single-Sign-On (SSO), HANA offre un esteso Audit Trail e la crittografia SSL (compreso il criptaggio dei dati a riposo), e monitora tutti i cambiamenti nei profili degli utenti. Infine, SAP HANA prevede il log per tutti i processi di audit per la rilevazione degli eventi critici di sicurezza, come per esempio il cambiamento dei ruoli, delle permission, la configurazione del sistema. Inoltre può registrare anche l’accesso ai dati sensibili.

Quando sono combinate tra loro, tutte queste caratteristiche aiutano le aziende a sfruttare qualsiasi opportunità offerta dalla Digital Economy, ma allo stesso tempo mitigano i rischi in relazione alla violazione della privacy e alla sicurezza. Il mondo iperconnesso è già qui – Voi siete pronti?

 

Leggi anche: