IDC, la Digital Transformation vale 1200 mld di dollari

Che cos'è un Brand Voice ?

Digital Transformer, Technology Optimizer e i Disruptor. Ecco tre modelli diversi per essere innovatori digitali secondo IDC che studia la “DX” e ne valuta la portata per un valore superiore ai 2mila mld nel 2020

Digital Transformation… Se ne parla da tanto tempo e gli addetti ai lavori hanno ora trovato una sigla anche per questo obiettivo che rappresenta un vero imperativo per le aziende. La sigla è “DX”,  significa proprio proprio Digital Transformation e IDC ha messo a calendario un evento dedicato per analizzare i modelli digitali già identificati: transformer, optimizer e disruptor. 

IDC - Tre modelli di innovatori digitali
IDC – Tre modelli di innovatori digitali

Si parte da alcune cifre, dai numeri. Secondo le ultime previsioni di spesa rilasciate dagli analisti gli investimenti aziendali in tecnologia per la cosiddetta DX saranno superiori a 1200 miliardi di dollari già quest’anno fino a valere oltre 2mila miliardi nel 2020.

Per quest’anno oltre la metà del denaro sarà destinata alla trasformazione dei modelli operativi, con interventi tecnologici mirati a rendere i processi aziendali più innovativi ed efficienti, a seguire gli investimenti per la trasformazione dell’esperienza utente, quindi innovazione che riguarderà il modo in cui i clienti, i partner, i dipendenti e gli oggetti interagiranno tra di loro.

Con i nomi Transformer, Optimizer e Disruptor, IDC in verità mette a fuoco tre distinte tipologie di innovatori digitali che agiscono nel tessuto economico: i digital transformer sono all’avanguardia nella trasformazione digitale.

Per loro DX significa cambiare il business, creare nuovi modelli, secondo una strategia che richiede tempo, capacità di gestione ed è del tutto pervasiva su organizzazione interna e processi aziendali.

I Technology Optimizer sono rappresentati da quelle aziende che sfruttano DX per modernizzare IT e processi, razionalizzano i costi e automatizzano le procedure.

L’approccio è quindi più tattico, mira a rendere efficiente ciò che già c’è. Quella dei Disruptor, invece, è categoria rappresentata dalle realtà che con la tecnologia si aprono nuovi spazi di mercato con opportunità di crescita su larga scala. Sono le realtà che preferiscono parlare di Terza Piattaforma più che di DX.

Ecco, adattare l’organizzazione IT alla trasformazione digitale sarà anche il tema della seconda edizione di IDC Digital Transformation Conference, il 28 settembre a Milano. Questa edizione 2017 permetterà agli analisti di IDC di illustrare quali best practice stanno segnando la strada dell’innovazione digitale e quali competenze dovranno maturare i CIO per governare questa trasformazione.