Come essere leader in un’economia iperconnessa

Che cos'è un Brand Voice ?

Viviamo in un’era dove qualsiasi cosa è collegata. A qualcuno questa idea può far paura, ma rappresenta anche una grande opportunità; alcuni esperti sostengono che un’economia sempre più connessa possa portare a un aumento di produttività e a una riduzione dei costi e, nel lungo periodo, anche un aumento delle entrate e dei profitti.

L’iperconnettività, di qualsiasi tipo da “human to human” a “human to machine” a “machine to machine”, sta influenzando sensibilmente il modo di lavorare delle aziende. I dati si stanno moltiplicando a una velocità mai vista prima e, questi stessi dati stanno fornendo nuove informazioni su persone, sistemi e processi – e tutto quello che si possa immaginare. Le aziende che sanno sfruttare i benefici offerti dall’iperconnettività sanno come utilizzare i dati a proprio vantaggio.

E non si tratta solo di un cambiamento tecnologico. Un recente rapporto dell’Economist Intelligence Unit sottolinea che si tratta di un cambiamento sociale.

“Iperconnettività è un termine che descrive una caratteristica distintiva della società contemporanea dove persone, luoghi, organizzazioni e oggetti sono collegati tra loro come mai prima d’ora”, dice il rapporto. “Più che una tendenza tecnologica, l’iperconnettività è una condizione culturale a cui le imprese non hanno altra scelta, se non quella di adattarsi”.

Un esempio di azienda che si è adattata con successo è quello dell’inglese Nationwide. L’iperconnettività ha portato a un incremento dei servizi digitali e applicazioni mobili e bancarie, tanto che in alcune banche si è pensato di mettere in discussione il valore degli sportelli fisici. Non in Nationwide, però.

Nel giro di 5 anni l’azienda spenderà 500 milioni di sterline per aggiornare i suoi 700 sportelli con l’obiettivo di aumentare e introdurre nuovi servizi digitali, come la possibilità di collegare i clienti con i consulenti ipotecari via video. Nationwide sta anche cercando nuove modalità con cui sfruttare e analizzare i dati provenienti dai social network per prevedere quando proporre determinati prodotti a determinati clienti.

Tony Prestedge, COO di Nationwide, ha dichiarato: “Per noi, l’iperconnettività è una combinazione tra banca aperta, una grande mole di dati e la connettività”.

Nationwide e altre imprese stanno scoprendo come l’iperconnettività possa portare benefici al business in modi diversi. Abbiamo già menzionato l’aumento della produttività e la riduzione dei costi, ma l’iperconnettività può contribuire a generare più dati, che possono essere opportunamente analizzati per comprendere meglio le dinamiche di business. Nuove metriche possono essere create per la misurazione dei servizi sviluppando così nuove opportunità di profitti.

Ma cogliere i benefici dal nuovo mondo iperconnesso può sembrare un compito arduo per alcune imprese. Quali le tecnologie per acquisire e analizzare i dati? Come fare business prendendo decisioni in tempo reale? Come automatizzare i processi che prima erano manuali e richiedevano molto tempo?

La visione di SAP “Run Simple” può aiutare l’avvio di un processo di organizzazione e analisi dei Big Data in tempo reale basandosi su SAP HANA, mentre le piattaforme cloud-based possono guidare percorsi di innovazione efficacemente. Queste piattaforme permettono di liberare risorse da attività che richiedono troppo tempo, come la manutenzione e gli aggiornamenti, e di concentrarsi su attività a valore per il business.

SAP aiuta le aziende a semplificare la propria infrastruttura fornendo al business un accesso a tecnologie come in-memory computing, analytics, cloud e mobility. Questo è il modo migliore per garantire che le imprese siano pronte ad affrontare le sfide e le opportunità che il futuro iperconnesso – e, naturalmente, il presente – porta con sé.

 

Leggi anche: