Al via IDC Banking Forum 2017. La disruption? Un’opportunità

Che cos'è un Brand Voice ?

Blockchain, sistemi cognitivi, bots e FinTech mettono in crisi il vecchio sistema bancario ma rappresentano leve efficaci per il business. Se ne parla a IDC Banking Forum 2017

Se gli ultimi dieci anni hanno visto succedersi profondi cambiamenti nel mondo bancario, nei prossimi tre (un intervallo di tempo decisamente più breve) assisteremo a una vera e propria rivoluzione, con trasformazioni che secondo IDC saranno assolutamente senza precedenti.
L’impatto della Digital Transformation, le nuove tecnologie, il fenomeno FinTech, le crypto valute stravolgeranno lo scenario.

Proprio blockchain, cognitive computing e robot saranno secondo IDC le principali tecnologie disruptive anche in ambito finanziario. Al punto che saranno in uso già alla fine del secondo decennio in oltre il 50 percento delle banche mondiali, accelerando i processi di chi ha capito che bisogna innovare ora e subito per oltre il 30 percento.

Dati di settore di IDC indicano come il 95 percento delle banche mondiali abbia già in atto una strategia per la trasformazione digitale interna,  ma sottolineano anche come la digitalizzazione bancaria servirà a poco se non verrà messa al servizio dei clienti per offrire servizi innovativi, cambiando la modalità di relazionarsi con i clienti.

Blockchain - Le Crypto valute da strumento appannaggio degli hacker o comunque
Blockchain – Le Crypto valute da strumento appannaggio degli hacker o comunque

La banca entrerà sempre di più a fare parte della catena del valore di chi la sceglie e spetterà alle realtà produttive creare valore integrando le competenze degli operatori FinTech per continuare a recitare ruoli di primo piano in un mercato aperto.

Da FinTech a blockchain, dicevamo, una tecnologia che impatta sia sul mercato dei pagamenti sia su quello trade finance, con le tecnologie di cognitive computing impiegate per il rilevamento di frodi e minacce, come per gestire con maggiore efficienza e minori costi i clienti (per esempio con i software ‘bots’ e i sistemi RPA, Robotc Process Automation). Tre tecnologie per costruire una nuova architettura di analisi dei dati. 

Ecco, tutti questi temi saranno il centro attorno a cui ruoteranno tutti gli interventi della nuova edizione dell’IDC Banking Forum, in calendario il prossimo 14 febbraio presso Palazzo Clerici a Milano. L’appuntamento è riconosciuto come il più importante in Italia per confrontarsi sull’innovazione tecnologia in ambito bancario e parteciperanno, anche quest’anno i CIO e i direttori generali delle principali banche italiane. 

Riconosciuto ormai come il più importante appuntamento in Italia per l’innovazione tecnologica e digitale in ambito bancario, all’IDC Banking Forum 2017 parteciperanno i CIO e i direttori generali dei principali istituti italiani e sono a calendario gli interventi degli analisti IDC, delle realtà finanziarie locali e internazionali, degli opinionisti e degli esperti di settore ICT.

Tra i nomi confermati Thomas Zink, associate research director di IDC Financial Insights; Jonathan Vaux, executive director Innovations Partnering di Visa Europe; Paolo Cederle, CEO di UniCredit Business Integrated Solutions; Silvio Fraternali, responsabile Area Strategie Operative Integrate di Intesa Sanpaolo Group Services; Ottavio Rigodanza, CEO Società Gestione Servizi del Gruppo Banco BPM; Marco Siracusano, direttore generale di BancoPosta; Marco Zaffaroni, COO di CheBanca! Gruppo Mediobanca; e Vincenzo Scarpetta, analista politico di Open Europe.