Workspace

VIDEO TEST: Apple Mac Pro

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Una workstation da sogno che costa tanto e offre tantissimo, ecco pregi e difetti del nuovo Mac Pro, testato nella versione con due processori Intel Xeon a 2,93 GHz e 12 Gbyte di RAM

Nel mondo dei computer desktop, sempre più di nicchia ma non estinto, ci sono computer che nascono per i lavori di routine di tutti i giorni, adatti per tutte le tasche, con buoni componenti, assemblati con attenzione anche al portafogli dell’utente. E poi ci sono le workstation costose, con hardware e software ‘sposati’ per garantire affidabilità, dotate di risorse hardware notevole (sì, proprio così, almeno per quanto offre ora il mercato) e pensate per offrire il massimo, con risorse di memoria tali da consentire di svolgere qualsiasi tipo di lavoro con disinvoltura, sia in ambito grafico, che – perché no – anche come server. Apple Mac Pro con intel Xeon oggetto della nostra prova fa parte di questa seconda categoria ed è una macchina allo stato dell’arte.
La diffusione dei dischi allo stato solido poi permette di bilanciare risorse di memoria ad accesso veloce, per ospitare sistema operativo e applicazioni, con i dischi tradizionali per la memorizzazione dei dati. E dentro il nuovo Mac Pro possono trovare spazio fino a 4 dischi da 2 Terabyte, o relative unità allo stato solido da 512 Gbyte. Se a questa possibilità si associano i processori più affidabili e veloci di Intel, gli Xeon 6-core e a un quantitativo di RAM veloce e certificata ECC che arriva a otto slot di memoria per ogni processore per un massimo di 32 Gbyte, si comprende velocemente che l’unico limite che resta è quello dettato dalla disponibilità finanziaria.

Apple Mac Pro, nella configurazione base con un unico Intel Xeon quad-core a 2,8 GHz ha un prezzo di partenza di 2.399 euro. Ma la configurazione base con il doppio processore Xeon Westmere a 2,66 GHz costa già 4.899 euro.
Il Mac Pro oggetto della nostra prova è configurato ancora meglio, vi sveliamo i pregi e ci riserviamo il gusto di svelarvi solo in ultimo il prezzo.