AccessoriMobilityNetworkService providerSmartphoneWorkspace

Thuraya SatSleeve+, come trasformare lo smartphone in un satellitare

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

IN PROVA – Con il supporto di Intermatica, abbiamo messo alla prova la soluzione Thuraya SatSleeve+. Un sistema semplicissimo per trasformare il proprio smartphone in un telefono satellitare

La copertura delle telco per utilizzare lo smartphone in ogni luogo è sempre migliore e pervasiva. Tuttavia ci sono ancora alcune situazioni – e i professionisti dell’estremo lo sanno molto bene – in cui non è possibile affidarsi esclusivamente al proprio telefono cellulare.
Così come ci sono tantissimi casi in cui sarebbe preferibile l’utilizzo fino a dove è possibile del proprio smartphone, con la certezza però di non rimanere senza possibilità di telefonare nel caso in cui, per qualsiasi motivo, la copertura tradizionale venisse meno.

Ecco che proprio a questa tipologia di utenza Intermatica offre qui in Italia come service provider di Thuraya (e altre realtà come Iridium e Globastar – solo per citare altri sistemi satellitari), il kit Thuraya SatSleeve+.

Thuraya SatSleeve+, come funziona

L’idea di base è semplice: consentire all’utente di continuare a utilizzare il proprio smartphone trasformato in telefono satellitare con l’ausilio di un’app e di una scocca su cui innestare lo smartphone. E’ il supporto per lo smartphone che esso stesso contiene la Sim Thuraya per sfruttare il sistema di satelliti geostazionari con copertura in oltre 140 Paesi ma continuare a utilizzare lo smartphone tramite una rete WiFi dedicata punto a punto.

Thuraya Satsleeve+
Thuraya Satsleeve+ slot per la SIM standard Thuraya e la batteria. Vi si accede comodamente dallo sportello posteriore

I vantaggi di questa proposta sono quindi prima di tutto un investimento relativamente limitato, la possibilità di non abbandonare l’ambiente smartphone che si è abituati a utilizzare, ed eventualmente sfruttare Thuraya anche per il traffico dati (ma solo GmPrs), perchè l’app che si installa sullo smartphone – SatSleeve Hotspot (per Android e iOS) – consente di farlo. 

Eventualmente è possibile anche utilizzare l’accessorio SatSleeve Hotspot per tenere l’adattatore sempre posizionato all’esterno e per continuare ad utilizzare lo smartphone in ambienti chiusi. Questa cosa, in linea teorica, è comunque possibile anche con Satsleeve+ (cui manca solo la basetta) perché la portata del collegamento WiFi è sufficiente. Noi abbiamo provato Satsleeve+ così come è.

Thuraya SatSleeve, la nostra esperienza

A SatSleeve+ (qui la scheda tecnica completa fornita da Intermatica) può essere associato potenzialmente qualsiasi smartphone, noi lo abbiamo provato con iPhone 7 Plus (da iOS 6.1 in poi tutte le versioni sono supportate). SatSleeve può essere separato dall’adattatore apposito che serve per tenere fisso lo smartphone così da accedere al tasto SOS per richiedere aiuto. Dal dorso si può poi ulteriormente scorporare la batteria intercambiabile e la SIM Thuraya che Intermatica ci ha fornito con alcune unità di traffico.

Thuraya SatSleeve+
Thuraya SatSleeve+ – Led batteria, satellite e tasto di accensione. L’antenna è estraibile fino a 10 cm circa

Tanto per dare solo un’idea indicativa dei costi: 50 unità di traffico con le SIM prepagate Thuraya costano circa 70 euro (si ricaricano poi con Intermatica, oppure anche tramite i punti vendita Lottomatica o www.piuricarica.it; una volta acquistato il PIN di ricarica basta inviare un SMS in modalità SAT al numero 150 con il testo: #numeroPIN#, oppure chiamare il 160 seguito dal numero PIN, proprio come se fosse una telefonata). Le Unità, sono di 60 secondi, senza scatto alla risposta, con il costo delle unità  in funzione della ricarica, mentre in ricezione non si consumano unità. Per tutte le informazioni del caso consigliamo ovviamente di fare riferimento al provider Intermatica.

Il sistema SatSleeve prevede il tasto di accensione, un led che segnala lo stato di carica della batteria, una altro che indica la ricezione del segnale dal satellite. E’ ben visibile il ricevitore, sul dorso l’altoparlante, un pulsante a rientrare per abbinamento della base con lo smartphone, la presa microUSB, il vano Sim card formato standard, la presa jack per gli auricolari, la piccola fessura microfono. 

L’utente prima di tutto deve scaricare l’app, Satsleeve Hotspot, sul proprio smartphone, poi accendere il sistema SatSleeve, cercare la rete WiFi generata da Satsleeve, abbinare lo smartphone ricordando che la password di default per il primo abbinamento è 12345678 e infine solo dopo avere effettuato le operazioni in questo ordine avviare l’app sullo smartphone dove dovrebbe comparire dopo una breve ricerca della rete la scritta Thuraya.

Thuraya Satsleeve+ -
Thuraya Satsleeve+ – Le interfacce

L’app fornisce indicazioni relative alla ricezione del segnale dal satellite, alla potenza del segnale, allo stato della batteria, oltre alle indicazioni tipiche di un’interfaccia telefonica. Premendo il pulsante SOS è possibile effettuare e ricevere telefonate anche senza avere abbinato uno smartphone, dopo averlo selezionato come numero predefinito per gli SOS con l’app.

E’ praticamente impossibile trovare difficoltà a fare funzionare l’abbinata. L’utente non deve lasciarsi impressionare se nota che il proprio smartphone segnala come la rete WiFi cui è collegato non consentirà l’accesso a Internet. Bastano davvero pochi minuti, dopo la ricarica completa di SatSleeve+ per diventare operativi. Tuttavia, per comprendere bene il funzionamento di questa soluzione e gli ambiti di utilizzo ci preme sottolineare alcuni punti.

Quella proposta da Intermatica/Thuraya non vuole rappresentare una soluzione anche solo parzialmente sostitutiva della connettività GSM/3 e 4G offerta dal vostro operatore: prima di tutto perchè, come è ovvio che sia, in città dove i palazzi sono relativamente alti è davvero difficile trovare il modo di utilizzare la soluzione, tanto più nei centri storici, dove le case lasciano visibile solo una piccola porzione di cielo.

Thuraya SatSleeve con l'app SatSleeve Hotspot
Thuraya SatSleeve con l’app SatSleeve Hotspot

In questi casi vi accorgerete in fretta che non c’è possibilità di utilizzare il sistema. Anche gli alberi ovviamente creano difficoltà importanti al collegamento. Molto meglio le possibilità di utilizzo in spazi ampi e aperti, senza ostacoli. La ricezione del segnale Gps è quindi indispensabile per il buon funzionamento del sistema nel modo più completo.

Thuraya SatSleeve+
Thuraya SatSleeve+, la app

L’app consente di accedere direttamente ai propri contatti già memorizzati sullo smartphone, controllare e inviare SMS (bisogna impostare il numero del centro servizi per Thuraya che è +882161900000, riporta inoltre i dati del satellite, tutte le informazioni relative al GPS, il relativo tracking con intervallo minimo di 5 minuti, permette di gestire eventuale traffico dati.

I ritardi dovuti al collegamento satellitare nella conversazione sono fisiologici ed inevitabili, ma poco importa in questa tipologia di utilizzo, invece ci saremmo aspettati maggiore prontezza e stabilità nella ricezione di rete Thuraya. Non in tutti gli ambienti in cui abbiamo potuto testare il sistema siamo stati soddisfatti su questo specifico punto, anche solo per la prontezza.

Ricordiamo inoltre che il funzionamento di SatSleeve è possibile in modo ottimale solo tra -10 e + 55 gradi. Servirebbe in alcuni contesti una soluzione più ‘rugged’ con la batteria interna molto più protetta per un utilizzo anche con temperature particolarmente rigide, sarebbe interessante considerare quindi una proposta di livello ancora più professionale in questo senso. Sono disponibili terminali Thuraya anche con certificazione IP65 e IP55, ma non ci risulta per temperature estreme.  La soluzione Thuraya, così come è, senza traffico incluso, costa circa 500 euro.

WHITE PAPER: Sei interessato ad approfondire l’argomento?  Scarica il whitepaper  “Migliorare la customer experience nel mondo mobile