Workspace

TEST Sony Vaio VPCZ11Z9E/B

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Un ultraportatile, con scocca in fibra di carbonio, che garantisce prestazioni elevate grazie alla Cpu Intel i7 M620, disco SSD, fino a 8 Gbyte di RAM e display Full HD. In meno di 1,5 Kg di peso, tutto quello che si desidera per lavorare in mobilità, compresa la connettività WWAN

La differenza tra un netbook da poche centinaia di euro (ma prestazioni limitate o discreta autonomia)  e un vero notebook veloce, completo di tutte le periferiche (compresa l’unità ottica) che non faccia rimpiangere il computer  di casa, si apprezza quando si è costretti a lavorare, in trasferta, e la comoda scrivania con la postazione fissa è lontana. Allora si pensa che gli euro risparmiati acquistando il netbook non sono stati proprio tutti risparmiati, che forse era meglio avere un unico notebook per tutte le stagioni come questo eccellente Sony Vaio VPCZ11Z9E/B , piuttosto che un portatile con Atom, un laptop a casa e… la noia di non sentirsi mai a proprio agio, sul computer di tutti i giorni.

Peso sotto 1,5 Kg e Intel Core i7 M620, solo due dei punti di    forza di questo notebook da sogno, ideale per lavorare in mobilita
Peso sotto 1,5 Kg e Intel Core i7 M620, solo due dei punti di forza di questo notebook da sogno, ideale per lavorare in mobilita