Workspace

TEST: NEC MultiSync EA231WMi

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Un monitor per il desktop pensato per il mondo del lavoro. NEC MultiSync EA231WMi, con tecnologia E-IPS e sensore di luce ambientale integrato, si può usare anche in verticale, in formato portrait

Non bisogna necessariamente essere grafici, o lavorare in ambienti multimediali, per apprezzare le qualità di un monitor LCD ampio da 23 pollici (16:9), con risoluzione Full HD. Sono le specifiche di base con cui si presenta NEC MultiSync EA231WMi che ha un ingombro complessivo di 55x38x22 cm (8,5 Kg di peso) con l’altezza che arriva a 48 cm se si decide di… tirargli il collo, cioè allungare il perno di appoggio sul piedistallo. NEC MultiSync EA231WMi, infatti, consente anche la modalità d’uso portrait, ideale per visualizzare le pagine in verticale e i siti Web, mentre un 23 pollici come questo – nella posizione landscape – permette di affiancare con il massimo confort due fogli di Word. I dati del produttore fanno riferimento a un Pixel Pitch di 0,265 mm con 96 pixel per pollice e una luminosità massima di 270 candele/m2 e contrasto 1.000:1 (3.000:1 dinamico). Il tempo di risposta è di 14ms.


NEC ha equipaggiato il modello MultiSync EA231WMi con le interfacce necessarie per ogni tipo di collegamento con i Pc Windows, il display funziona sia con Linux che con i Mac. E’ vero che manca la presa Hdmi (è indispensabile se il monitor fa da ricevitore tv, ma non è questo il caso), ma gli sono state preferite una Display Port, una presa VGA e una presa DVI, il display è poi fornito di ingresso audio, per i piccoli diffusori e un hub USB con 4 prese USB 2.0 (due orientate verso il basso e due che fanno capolino dal profilo sinistro). Per il collegamento ovviamente è necessario inserire nel connettore del monitor la presa Usb di tipo B, con l’uscita dal PC di tipo A. Si possono tenere collegati più display e selezionare quello da avviare tramite il Menu OSD. Tutti i cavi poi si potranno raggruppare ordinatamente negli appositi supporti nella parte posteriore del piedistallo. Sul profilo sinistro il display dispone infine anche di un’uscita audio per le cuffie, a patto di utilizzare il comparto del monitor e quindi di sfruttare l’ingresso minijack di colore azzurro (lo vedete in foto affianco delle prese di collegamento con il pc).

In vista le connessioni video disponibili sul modello EA231WMi

Sul bordo anteriore, in basso a destra nell’ordine si ritrovano il sensore di luminosità ambientale, il pulsante Menu per attivare il sistema di controllo OSD (On-screen display), un comodo jog shuttle per la selezione delle funzione, il tasto Select per attivare i sottomenu OSD e il pulsante di accensione. Con il pulsante Reset/EcoMode si possono ripristinare i parametri originari o attivare il sistema di controllo della luminosità per il risparmio energetico (il monitor supporta gli standard Energy Star 5.0). Proprio perché pensato per l’utilizzo in ufficio questo display non è avido di risorse con un consumo di 43W e in Saving Mode di appena 0,45W.
Il display oltre a poter ruotare di orientamento sul piano verticale può anche essere inclinato fino a circa 30 gradi sia verso l’alto che verso il basso, in pratica in ogni condizione si potrà arrivare a ottenere la visualizzazione migliore.

I comandi sono tutti disposti in basso a destra. Tra le novita' il jog shuttle
I comandi sono tutti disposti in basso a destra. Tra le novita' il jog shuttle