Workspace

Quanto conta l’ICT nella Sanità italiana

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

L’ICT in Sanità verso un ruolo più strategico. Il punto di vista dei CIO in una ricerca del Politecnico di Milano

La diffusione delle tecnologie ICT nella Sanità italiana è crescente e il loro ruolo, a supporto dei servizi amministrativi e clinico-sanitari, diventa sempre più strategico. L’ICT ormai non solo supporta i processi esistenti, ma abilita il cambiamento e l’innovazione dei servizi e dell’organizzazione nel suo complesso. Lo rivela la ricerca 2009 dell’Osservatorio ICT in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano  .
Secondo il 75% dei CIO che hanno partecipato alla ricerca, l’ICT negli ultimi tre anni ha rappresentato una leva strategica – percentuale questa che sale al 91% se si fa riferimento ai prossimi tre anni -, mentre il 17% ritiene che abbia supportato in modo rilevante i processi correnti incidendo, tuttavia poco sui progetti di innovazione. Solo un numero esiguo di CIO ha risposto che le tecnologie ricoprono un ruolo di mero supporto operativo. A questa visione, tuttavia, fa da contraltare quanto emerge dall’analisi dei budget destinati all’ICT negli ultimi tre anni, destinati sia al supporto ai processi correnti sia all’innovazione dei processi, dei servizi e dell’organizzazione.
Nel 49% dei casi analizzati, infatti, l’entità dei budget reali in gioco confina il ruolo dell’ICT a semplice supporto operativo. È solo nel 13% dei casi che i budget destinati alla spesa in tecnologia si sposano bene con il ruolo di leva strategica.
Quindi se da un lato i CIO credono molto nella strategicità dell’ICT a supporto dei processi aziendali, dall’altro ancora oggi questa visione non è sufficientemente supportata a livello centrale e la difficoltà nel comprendere le effettive potenzialità ha condotto a politiche di spesa ancora prudenziali. Da questo scenario potrebbe sembrare che l’ICT in Sanità sia destinata a ricoprire unicamente un ruolo di supporto, ma dall’analisi dei budget che le aziende sanitarie prevedono di investire in tecnologia nei prossimi tre anni, in realtà, emerge un quadro confortante: l’entità degli investimenti in ICT supporterà infatti importanti cambiamenti e progetti innovativi per le principali aziende sanitarie italiane.
Questo dato trova una spiegazione principalmente in una maggiore condivisione degli obiettivi tra la Direzione Strategica e i Responsabili dei Sistemi Informativi e una crescente sensibilizzazione dei vertici aziendali verso le tematiche tecnologiche.