StampantiWorkspace

Samsung ProXpress C4060FX, bene le prestazioni, facile grazie ad Android

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

IN PROVA – Samsung ProXpress C4060FX è il nuovo multifunzione con touchscreen da 7 pollici e OS basato su Android. App facili, velocità, e qualità colore i punti di forza

Sono disponibili in Italia le nuove stampanti e i multifunzione per l’ufficio della serie C40x della famiglia Samsung ProXpress. Si tratta di soluzioni che puntano sull’alta velocità di stampa, e sulla qualità colore, con una serie di funzionalità personalizzate grazie a Smart UX Center.

Si tratta di un’interfaccia utente completamente ridisegnata, basata spudoratamente sul sistema operativo Android, che fa bella mostra di sé sui display touchscreen, in modo da consentire agli utenti di scegliere e personalizzare il proprio ambiente di lavoro, scaricando app specifiche.

Fanno parte della nuova offerta i due modelli C4010ND e la nostra ProxPress C4060FX in prova.
Entrambe vantano miglioramenti prestazionali possibili grazie anche alle CPU potenziate. Nel caso della C4010ND si parla di CPU Dual-Core da 800 MHz+400 MHz con 512 MB di memoria, mentre i multifunzione ProXpress C4060 dispongono di una CPU Quad-Core da 1,5 Hz e ben 3 Gbyte di memoria.  La risoluzione di questi sistemi raggiunge 9600×9600 DPI con la tecnologia ReCP (Rendering Engine for Clean Pages). E quindi entriamo nei dettagli della prova.

 Samsung ProXpress C4060FX, descrizione e utilizzo

Il modello che proviamo, quasi in anteprima (è disponibile da pochi giorni sul canale) misura 42x45x53 cm circa e pesa poco meno di 30 chilogrammi. Si tratta di un multifunzione ancora da scrivania, volendo, bicolore (nero e bianco panna) che evidenzia qualche originalità che ora analizziamo.

Questo multifunzione offre come interfacce un ingresso USB 2.0, la relativa uscita posteriore, e un ulteriore presa USB Type A per stampare direttamente da chiavetta. Oltre a questo è disponibile l’interfaccia di rete (Base TX) e le prese ovviamente per fax e collegamento telefonico. Sono pienamente supportati tutti i sistemi operativi da Windows Xp SP3  a Windows 10, e lato server da Win Server 2003 a tutte le successive versioni, ma anche Linux nelle sue più conosciute distribuzioni, Unix, Sun Solaris, Sparc e ovviamente MAC OS.

Samsun C4060FX - Il cassetto toner
Samsun C4060FX – Il cassetto toner

Aprendo lo sportello principale, si apprezza l’alloggiamento dei toner a cassetto orizzontale, ogni singola cartuccia con una resa di circa 10mila pagine a copertura media. Ed è in grande evidenza il pannello operativo touch screen orientabile con diagonale da 7″. Il cassetto standard ad ampia capacità si accompagna all’alimentatore superiore, un’impostazione classica in questo genere di soluzioni

Il ricevitorie NFC/Bluetooth, opzionale sul modello Samsung Proxpress C4060FX
Il ricevitorie NFC/Bluetooth, opzionale sul modello Samsung Proxpress C4060FX

La risoluzione del pannello di controllo è decisamente sufficiente, ma da questo punto di vista Xerox ha svolto a nostro avviso ha svolto un lavoro migliore, invece l’utente si troverà immediatamente a proprio agio nell’utilizzo di ogni funzione, perché l’ambiente di lavoro è molto simile a quello di Android nelle sue versioni meno recenti (lo si comprende anche dall’utilizzo familiare di specifiche icone), l’utilizzo di un pannello per gestire i flussi di lavoro documentali, del tutto assimilabile ai meccanismi che hanno facilitato l’utilizzo degli smartphone. Parliamo comunque di un multifunzione per gruppi di lavoro, quindi con una granulare gestione dei permessi per ogni utente. 

Per quanto riguarda il primo approccio e l’installazione generale del sistema abbiamo solo una riserva, ma importante. L’installazione del plugin hardware SL-NWE002X per il supporto Bluetooth e NFC, richiede addirittura l’utilizzo di giravite e una certa minima perizia. Possiamo dire senza tema di smentita che altri vendor hanno risolto questo minimo problema in modo molto più elegante, e dovrebbe essere questa un’abitudine in via di estinzione. Una funzionalità, per quanto opzionale, così oramai “distribuita” merita davvero un approccio decisamente più plug&play. Peccato che su questa serie non si sia prestata la sufficiente attenzione in questo ambito.

Samsung ProXpress C4060X - L'interfaccia Android
Samsung ProXpress C4060X – L’interfaccia Android

Entriamo ulteriormente nei dettagli: il nostro multifunzione ha a disposizione ben 5 Gbyte di memoria (vi sono versioni di multifunzione C406xFX con memoria standard 3 Gbyte), la cpu quad-core lavora a 1,5 GHz, il disco di memorizzazione interno ha la capacità di 320 Gbyte (di cui circa 280 disponibili per l’utente). Quest’ultimo aspetto è da valorizzare, significa avere in pratica  La stampante è pensata per un ciclo di lavoro massimo fino a 80mila stampe mese, mentre le si garantirà lunga vita stampando circa 10mila pagine mese.

La velocità provata sul campo ci ha pienamente soddisfatto, sia per i tempi di attesa (la stampante è perfettamente operativa dallo standby in circa 6 secondi e in 30 secondi dalla prima accensione) sia poi per la velocità di stampa, fino a 40 pagine al minuto, con l’uscita della prima pagina dopo circa 8 secondi. E’ possibile la stampa fronte retro. Con un doppio alimentatore superiore (opzionale) si può invece raggiungere la velocità di 60 pagine al minuto.

Non è cambiata quasi per nulla invece, rispetto alla nostra precedente esperienza con le stampanti Samsung, il sistema di gestione via Web SyncThrue WebService, assolutamente assimilabile a quello disponibile già da qualche anno. Anche in questo caso probabilmente ci sarà da lavorare, rispetto agli aggiornamenti dei competitor.
La stampante permette un utilizzo semplificato anche tramite un dispositivo mobile, supporta Mopria, AirPrint, Google Cloud Print. Ovviamente anche questa nuova serie prevede la possibilità di utilizzo dei servizi Samsung Cloud Print, anche se al momento la stampante non è nell’elenco di quelle supportate e potrete incontrare difficoltà nella configurazione.

Permetteranno l’invio da una località remota, attraverso i dispositivi mobile dei documenti da stampare al multifunzione in ufficio. Onestamente siamo rimasti un attimo delusi da alcuni servizi in questo ambito, per esempio, molto semplicemente alla ricerca di iscrizione della stampante su Cloud Print, ma anche quando abbiamo richiesto la registrazione del sistema non abbiamo mai ricevuto il codice di conferma via SMS, un limite a cui non è possibile rimediare in nessun modo, perché non è prevista la medesima possibilità via email, nel confronto con i colleghi abbiamo saputo che non è la norma, ma a noi è capitato così ed è giusto segnalarlo perché potrebbe capitare anche da altri. In questi casi semplicemente non potrà procedere con l’utilizzo delle diverse funzionalità.

Samsung ProXpress C4060FX
Samsung ProXpress C4060FX

Il vero punto di forza di questa soluzione sono: velocità e qualità di stampa, insieme all’interfaccia “Android” che in assoluto è la più familiare e intuitiva da usare che abbiamo provato. La stampante offre nel modo più facile persino la possibilità di navigare dal suo display e di fare capture screen in modo rapido, pronti da stampare, senza avere mai utilizzato il pc. E il numero delle app disponibili sulla piattaforma è già molto vario, la scelta di Android potrebbe rivelarsi molto vantaggiosa, fatta salva la tutela della sicurezza. Dal punto di vista dell’utilizzo di tutti i giorni qualche riserva solo riguardo la rumorosità, il modello non si distingue dalla media per questo.

Il multifunzione ProXpress C4060FX  è disponibile a un prezzo intorno ai 1900 euro, un prezzo che ci stupisce e non positivamente.