ComputerWorkspace

Toshiba: un servizio per lo smaltimento dei prodotti IT

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Il servizio Asset Recovery prevede lo smaltimento dei dispositivi non più funzionanti, ma anche un riconoscimento economico per quelli che invece hanno ancora valore

Per le aziende lo smaltimento corretto dei dispositivi elettronici può essere un problema logistico o quantomeno una complessità che preferirebbero evitare: partendo da questa constatazione Toshiba ha sviluppato e ora portato anche in Italia un servizio definito di Asset Recovery, mirato appunto alla raccolta, al riciclo e allo smaltimento di componenti IT. Il servizio viene erogato anche attraverso alcuni partner logistici ed è in effetti sdoppiato in due opzioni differenziate per numero di dispositivi coinvolti: da 20 a 49 e da 50 in su.

Il programma Asset Recovery è stato pensato per il mercato mid-size e corporate ma anche per quello delle PMI. Nell’ambito del servizio Toshiba è accettato qualsiasi dispositivo IT (notebook, tablet, PC, server, storage, apparecchiatura di rete, smartphone, telefoni VoIP) di qualsiasi marca, ad eccezione di prodotti “unbranded” o assemblati direttamente.

Una volta raccolti, i dispositivi da smaltire vengono controllati e valutati, avendo davanti due possibili strade. Quelli che non hanno alcun valore residuo di mercato saranno riciclati in modo eco-sostenibile e gratuitamente (il servizio ha però un costo di gestione, imballaggio e logistica). Quelli in buone condizioni sono idonei per la rivendita: Toshiba ispezionerà i prodotti e riconoscerà all’azienda cliente un rimborso a seconda del valore di mercato del dispositivo o una percentuale sul valore di rivendita.

Toshiba Satellite Pro R40-C
Toshiba Satellite Pro R40-C

Più in dettaglio, in questo senso sono previste tre diverse opzioni: Buyback, Revenue Share o Cash Back Offer. Toshiba offrirà consulenza ai clienti su base individuale per determinare quale programma risponda meglio alle esigenze, a seconda di alcuni fattori come la dimensione dell’azienda e il numero di unità che desiderano acquistare. L’opzione Cash Back è ideale per le PMI offrendo un rimborso per ogni unità inserita nel programma di Asset Recovery quando si acquistano nuovi notebook Toshiba.

In ogni caso tutti i dati sui dispositivi saranno cancellati nel rispetto della normativa e in modo che non possano essere più ripristinati. L’azienda che usufruisce del servizio riceverà per questo un certificato di “sanitizzazione” dei dati.