EnterpriseSistemi OperativiWorkspace

Visto Windows 8: cosa succederà ai tablet Windows e agli smartphone Windows Phone?

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Le anticipazioni su Windows 8 aprono dubbi, per il prossimo anno, sul futuro dei tablet e degli smartphone con i sistemi operativi di Microsoft. Intanto Samsung, partner di Microsoft per i tablet, fa le prime mosse

Con Windows 8, Microsoft potrebbe disporre di quanto le serve per minacciare iOS e Android sul fronte dei tablet, ma non degli smartphone dove la software house punta ancora molte delle sue speranze su Windows Phone 7.
Con una Microsoft più rassicurante con l’accoppiata Windows 8 – tablet, molti vendor alla ricerca di esiti immediati di fatturato potrebbero seguire Microsoft su quel terreno con il prossimo anno. Ma Windows è una forza micidiale sul terreno dei sistemi operativi desktop. La sua base installata è di centinaia di milioni di computer e quando Windows 8 arriverà – stando alle prime demo dell’evento BUILD – sarà un’opzione da considerare per consumatori e imprese. Il sistema operativo sta subendo una importante trasformazione nell’interfaccia (leggi Tiles) che dovrà renderlo più facile sia sul desktop che sui tablet.

Secondo molti osservatori il dato di fatto che Microsoft ha grossi problemi in campo smartphone non ha nulla a che fare con una possibile rivincita nei tablet. Inoltre Windows 8 sembra essere una piattaforma software migliore di Windows Phone 7. Tuttavia secondo le ultime voci proprio Samsung che sta collaborando con Microsoft per il tablet con Windows 8, dovrebbe porre termine al supporto di Windows Phone già entro la fine del prossimo anno. Addirittura Windows Phone disporrà di una quota di installato inferiore a Bada, il sistema operativo proprietario di Samsung. Se la informazione sarà confermata appresterà un colpo significativo a Windows Phone che ha bisogno di partner hardware da affiancare a Nokia per affrontare Android e iPhone. Tuttavia in coincidenza con queste voci Samsung sta pianificando l’uscita di una coppia di dispositivi con Windows Phone Mango per la fine dell’autunno.

Di’ la tua in Blog Café: In California, Intel e Microsoft si contendono gli sviluppatori