Sistemi OperativiWorkspace

Stop ai PC con Windows XP

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

I costruttori terminano da ottobre le consegne dei personal computer con Windows XP. Microsoft continua invece il supporto di Windows XP Service Pack 3 la cui conclusione è prevista per l’aprile del 2014

Anche gli ultimi costruttori  di PC che ancora fornivano sistemi basati su Windows XP ne bloccheranno le consegne a partire dal prossimo 22 ottobre. D’altra parte resta aperta la possibilità di utilizzare sistemi con Windows 7 Professional in grado di far girare le applicazioni XP in modalità virtuale.

Da parte sua Microsoft aveva già annunciato la fine delle installazioni OEM di Windows XP home sui netbook a partire dal 22 ottobre. La fine del supporto di Windows XP Service Pack 2 è stata annunciata il 13 luglio. Continua invece il supporto di Windows XP Service Pack 3 la cui conclusione è prevista per l’aprile del 2014 . Dopo quella data non saranno distribuiti né aggiornamenti né patch.

Microsoft ricorda inoltre che , a seguito del rilascio nell’ottobre dello scorso anno di Windows 7 , è ormai superiore all’81 per cento la quota di netbook venduti al dettaglio con Windows 7 preinstallato. Già nello scorso luglio le quote di mercato di Windows 7 aveva superato quella di Windows Vista che continua a languire dietro il vecchio , ma solido Windows XP. Le consegne di nuovi personal computer risentono tuttavia di un rallentamento legato alla situazione economica. Gartner ha da poco ridotto le sue previsioni di crescita delle vendite nella seconda metà dell’anno in corso a 15,3 per cento. Intanto i tradizionali PC , portatili e desktop,su Windows devono affrontare la minaccia dei tablet PC con sistemi operativi diversi da quelli o di Microsoft , come iPad (iOS) o Galaxy Tab ( Android).