EnterpriseWorkspace

La tecnologia, fattore strategico nei rapporti tra Pmi e clienti

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Una ricerca di Ipsos Mori commissionata da Rim evidenzia che oltre la metà delle piccole e medie imprese italiane dista oltre 16 km dai propri stakeholder, ma l’email e gli smartphone aiutano a colmare questa distanza

Per le Pmi italiane non sembra essere uno svantaggio avere la propria sede lontano da clienti e fornitori (il 57% è situato a più di 16 km di distanza dai propri stakeholder principali). Al contrario, sembra che questa distanza abbia accresciuto la capacità di mantenersi in contatto con i propri interlocutori. Lo rivela la ricerca condotta da Ipsos Mori e commissionata da Research In Motion (Rim), che ha coinvolto 900 di aziende da 2 a 250 dipendenti, suddivise in sottogruppi da 160 e provenienti da Regno Unito, Francia, Germania, Italia, Spagna e BeNeLux.

Secondo gli imprenditori delle Pmi italiane i fattori chiave per il successo sono la necessità di rimanere in stretto contatto con i clienti e di essere particolarmente attenti alle loro esigenze (78%).I piccoli e medi imprenditori italiani hanno anche scelto strumenti avanzati e interattiviper tenersi in contatto con i propri stakeholder. Infatti, l’85% delle piccole e medie imprese del nostro Paese utilizza l’email come mezzo principale per rimanere in contatto con i propri clienti e fornitori. In seconda posizione troviamo le chiamate vocali.

Il 70% delle Pmi italiane ritiene che rimanere in contatto con i propri stakeholder sia fondamentale, mentre il 62% degli imprenditori afferma che reagire rapidamente alle richieste dei clienti e comunicare regolarmente sono aspetti critici fondamentali per conquistare una relazione vincente.

L’attuale congiuntura economica, in Italia maggiormente che in altri Paesi europei, rende più difficile rispetto a 5 anni fa iniziare un’attività, almeno secondo il 77% delle nostre Pmi. Ma anche il 70 per cento di tutti gli intervistati è della medesima opinione. Vi è tuttavia un atteggiamento positivo verso il coinvolgimento della tecnologia nel processo di avvio: il 64% delle piccole e medie imprese italiane concorda sul fatto che oggi la tecnologia abbia reso la creazione di un business più facile e meno costosa. Inoltre, per i manager italiani la tecnologia rappresenta il secondo asset di base dopo il prestito bancario.
In particolare lo smartphone viene considerato una dotazione più importante rispetto agli altri paesi europei per chi deve intraprendere una nuova attività, posizionandosi secondo solo al computer. Per il 48% degli imprenditori interpellati, la comunicazione in mobilità ha costituito una concreta opportunità di business.