ComponentiWorkspace

Qualcomm al centro del computing di prossima generazione

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Google + Linkedin Subscribe to our newsletter Write a comment

Con Centriq 2400, Qualcomm porta la tecnologia 10nm FinFET ai datacenter e a metà 2017 arriva Windows 10 con Snapdragon 835

Prosegue il periodo d’oro di Qualcomm che quando si parla di Cpu per il computing di prossima generazione non solo conferma il predominio nel mercato delle unità di calcolo per smartphone, ma mantiene focalizzata su di sé l’attenzione sui chipset 5G/Gigabit LTE e si affaccia in modo interessante su due mercati che non hanno rappresentato fino ad oggi certo un driver strategico: parliamo di Windows 10 e dei datacenter.

Lo scenario di mercato è tutt’altro che statico quando si parla di semiconduttori: Intel, Samsung, Qualcomm, Broadcom e SK Hynix controllano in modo combinato oltre il 40 percento del mercato complessivo; secondo IC Insights, dieci anni fa questi stessi nomi cubavano circa 10 punti percentuali in meno. E le previsioni dicono che questa percentuale è destinata ulteriormente a crescere.

Le mosse di Qualcomm degli ultimi mesi impongono una giusta attenzione.
Il primo punto di interesse è la notizia del rilascio commerciale del primo processore per server a 10 nm con la gamma Centriq 2400 su architettura ARMv8, dedicato alle applicazioni intensive, il secondo punto di interesse è l’intenzione di supportare appieno, su architettura ARM, Windows 10 con Snapdragon 835, e in pratica candidarsi come primo competitor di Intel anche sui dispositivi ibridi, in crescita rispetto all’esperienza desktop/laptop (anche se la demo a WinHEC è stata fatta con un laptop prototipale senza raffreddamento attivo).

Anand Chandrasekher - Qualcomm Sr VP and GM di Qualcomm Datacenters presenta Qualcomm Centriq 2400
Anand Chandrasekher – Qualcomm Sr VP and GM di Qualcomm Datacenters presenta Qualcomm Centriq 2400

I device Windows  10 con una cpu Snapdragon potranno far girare le stesse app e funzionalità di Windows 10 come l’abbiamo conosciuto fino ad ora su architettura Intel. I device “Powered by Qualcomm” saranno in grado inoltre di fare girare applicazioni  Win32 e app Universal Windows Platform in emulazione. Lo scenario WinHEC in verità abilita l’ipotesi, più che di un’alternativa alle cpu Intel sui laptop, di un’ulteriore evoluzione nell’offerta dei form factor. Proprio considerate le caratteristiche Snapdragon e la sua flessibilità. 

In ambito datacenter invece Qualcomm ha condotto di recente una dimostrazione live sulla serie Centriq 2400, con CPU Qualcomm Falkor, in grado di supportare fino a 48 core su architettura a 10nm FinFET. L’offerta si rivolge agli ambiti applicativi in cui si cercano prestazioni elevate a basso consumo. Nello specifico la demo ha visto Apache Spark e Hadoop su Linux e Java girare su Centriq 2400 che sarà commercializzato a partire dalla seconda metà del 2017, proprio quando arriveranno i primi device con Snapdragon su Windows 10.

WHITE PAPER: Sei interessato ad approfondire l’argomento?  Scarica il whitepaper  “Il Software al centro del Data Center