Software

Ufficialmente lanciato Open Solaris

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Dopo tre anni di sviluppo, Sun ha finalmente reso disponibile la prima versione del proprio Unix open

La CommunityOne Developer Conference di San Francisco è il teatro scelto da Sun per il lancio ufficiale di Open Solaris 2008.05. Dopo diversi anni di versioni beta, lo Unix open source del vendor californiano ha infine visto la luce in veste ufficiale. Come nel caso di Linux, è costruito sulla base di un kernel (quello proprietario di Solaris) ed è il frutto degli interventi congiunti di tutta la comunità degli sviluppatori.

Una delle principali innovazioni che offre il nuovo sistema operativo è il file system Zfs a 128 bit, che permette di gestire spazi di storage quasi illimitati. Zfs utilizza uno strato software che consente di virtualizzare gli spazi fisici di storage e di aumentare in modo dinamico la dimensione dei volumi logici, in relazione alle necessità.

Un’altra funzione interessante è il meccanismo di zone Solaris, che consiste nel partizionare un sistema e creare macchine virtuali in Open Solaris. L’Os è scaricabile dai siti www.opensolaris.com e www.opensolaris.org. Chi risiede negli Usa potrà richiedere anche la versione in Cd, che consente di far funzionare l’ambiente senza doverlo installare.

Sun ha fatto sapere che Open Solaris sarà presto disponibile nell’ambito dell’offerta di server hosted Elastic Compute Cloud (Ec2) di Amazon, anche se per poter valutare l’offerta occorre passare per l’iscrizione al programma beta su www.sun.com/amazon. Ec2 offre una macchina virtuale la cui potenza di calcolo può essere adattata in funzione della domanda e con un canone che parte da 10 centesimi di dollaro all’ora, cui se ne aggiungono altri 10 per Gb di dati trasferiti verso il server virtuale e 17 per Gb di dati trasferiti dal server virtuale.