Software

Sistemi operativi: Vista guadagna spazio, ma anche MacOs X

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Malgrado l’avanzata dell’ultima versione, secondo Xitimonitor Windows perde leggermente terreno

Il sistema operativo MacOs X di Apple sta aumentando il numero di proseliti. Il dato è stato evidenziato dagli analisti di Xitimonitor, che hanno constatato come la quota di mercato sia in costante ascesa dallo scorso novembre. Nello scorso mese di aprile, MacOs occupava il 4,04% del mercato dei sistemi operativi (il 2,44% era su piattaforma Intel), in crescita dello 0,34% rispetto a novembre. Dal canto suo, Linux è vicino all’1% sui pc, ma era andata meglio a febbraio, con una quota dell’1,07%.

In realtà, Windows Vista è il sistema operativo che ha mostrato il miglior dinamismo, con una quota del 15,8% ad aprile, contro il 10% del novembre 2007. Ciò equivale a un guadagno di un punto percentuale al mese. A questo ritmo, ci vorranno circa tre anni per superare la barriera del 50%, un tempo non troppo breve, considerando che già incombe l’arrivo di Seven, programmato per il 2010, ma pronto, secondo Bill Gates già l’anno prossimo.

Windows Xp continua a mantenere il dominio del mercato pc, con una quota del 75,16%. Tuttavia, il peso sta progressivamente calando, visto che eravamo all’80,57% nello scorso novembre. La caduta di circa cinque punti equivale più o meno al progresso di Vista. Questo lascia pensare che il sistema operativo, uscito nel gennaio 2007, si stia imponendo soprattutto nel naturale rinnovamento dei pc, cioè sul terreno già conosciuto. Nel suo complesso, infatti, Microsoft è in leggero regresso. La totalità degli Os Windows, infatti, occupa il 94,45% ad aprile, contro il 94,97% dello scorso novembre. Lo 0.5% perso sembra essere andato a favore di Apple o Linux.