EnterpriseFisco e FinanzaMiddlewareProgettiSoftwareSoftware vendor

Ibm al top nel middleware

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Secondo Idc, Ibm è il numero uno del mercato mondiale del middleware davanti a Oracle, lontano numero due

Ibm ha annunciato che gli analisti di Idc hanno decretato la società come leader mondiale nel mercato del software per il middleware. Si tratta del decimo anno consecutivo in cui Ibm stabilisce il suo primato. Secondo Idc ( Worldwide Application Deployment Software 2009 Vendor Shares) nel 2009 Ibm si è rivelato come il vendor numero uno dei questo tipo di software con il 31,9% del mercato sulla base del fatturato . E’ quasi il doppio rispetto a Oracle,il concorrente più vicino.
Lo studio di Idc indica pure che la crescita del business middleware di Ibm si è collocata sul 4,7% anno su anno , più del doppio del mercato che vale 14,8 miliardi di dollari. Oltre alla leadership nel mercato in generale , Ibm , secondo Idc, mantiene la posizione di numero uno in alcune nicchie in importanti come le piattaforme software per gli application server o il middleware per l’automazione dei processi con una crescita del 16,5% nel 2009 e un market share del 16%. Ma Idc non è sola nel posizionamento di Ibm come numero uno. Il rapporto di Idc ne ricorda un altro di Gartner .

Come dichiarato più volte da Sam Palmisano , presidente di Ibm, il portafoglio software di Ibm è costruito attorno a settori ad alto tasso di crescita come Business Analytics, Business Process Management o gestione dei data center. Inoltre Ibm dichiara di aver ricevuto ordini da più di 450 aziende che cercano di migrare dal middleware Oracle nel’arco degli scorsi 18 mesi. Ma c’è di più , nel trimestre scorso Ibm dichiara di aver firmato 100 nuovi contratti con ex clienti di Sun Microsystems che si sono spostati con Big Blue.