MiddlewareSoftware

Gartner: il mercato AIM cresce grazie alle nuove tecnologie

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

L’integrazione applicativa serve ancora e il mercato AIM cresce, però sulla spinta di approcci nuovi

Il comparto del buon vecchio middleware per l’integrazione fra applicazioni – tecnicamente il mercato del software AIM (Application Integration and Middleware) – continua a crescere più di tutto il settore del software infrastrutturale e dovrebbe chiudere il 2017 con un giro d’affari di oltre 27 miliardi di dollari e una crescita del 7 percento rispetto al 2016. A dirlo sono le rilevazioni di Gartner, secondo cui a far crescere questo segmento del software infrastrutturale è proprio l’evoluzione verso nuovi modelli di business e di funzionamento delle applicazioni.

Per Gartner l’AIM comprende sostanzialmente le soluzioni software che permettono ad applicazioni progettate come separate di lavorare invece insieme condividendo i dati in maniera coerente. L’AIM fa parte del mercato molto più ampio del software infrastrutturale, che comprende anche le piattaforme di sviluppo, gli strumenti di Information Management, i sistemi operativi e le piattaforme per la gestione dello storage e più in generale delle infrastrutture IT.

Secondo Gartner la crescita del mercato AIM è legata al nuovo. La digitalizzazione del business e la diffusione collegata di sviluppi in ambiti come mobile, Big Data, analytics, cloud e Internet of Things richiedono una maggiore elasticità dei processi e quindi delle applicazioni che li muovono. In questo senso anche all’interno del comparto AIM ci sono tecnologie che si stanno sviluppando ora e che si adattano meglio ai nuovi requisiti delle aziende, come la gestione delle API o i servizi PaaS per l’integrazione applicativa.

gartner-aimLe tecnologie AIM più promettenti – spiega Gartner – sono quelle che garantiscono semplicità di configurazione, possono essere usate sia in cloud sia on-premise, si interfacciano con una molteplicità di sistemi (applicazioni, processi, anche oggetti…) e possono scalare velocemente in base alle esigenze del momento. Sono queste le caratteristiche delle tecnologie emergenti, che poi sono proprio quelle che stanno spingendo il mercato con una crescita a doppia cifra e molti vendo sul campo.

Questo non vuol dire che le tecnologie AIM più tradizionali siano da abbandonare. Spesso anzi “restano le più indicate per gli scenari maggiormente esigenti”, spiega Gartner. È un segmento che è ancora prevalente, anche se cresce poco e soprattutto grazie ai canoni di manutenzione. Questa parte del mercato comprende soluzioni ben note, come gli application server e le suite di Business Process Management, ed è in mano a pochi fornitori ben consolidati.