Software

Microsoft apre il suo System Center

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Il sistema di gestione aperto a Linux e Unix

I data center dispongono tradizionalmente di macchine eterogenee. Su questo hanno costruito le loro fortune i sistemi di gestione di CA, Hp e Ibm.

Diventa così vitale per Microsoft aprire il suo sistema di gestione System Center anche alle macchine Linux e Unix per diventare un player importante anche nel mondo enterprise. Per questo Microsoft ha dichiarato in modo ufficiale di avere nei suoi piani un‘estensione sia di Configuration Manager che di Operations Manager oltre l’ambiente Windows verso nuove piattaforme e nuove applicazioni.

La chiave che aprirà nuovi mondi è il progetto OpenPegasus gestito dal consorzio open source OpenGroup. Novell e Red Hat hanno già incluso nelle loro versioni di Linux un’implementazione di Web Based Enterprise Management (Wbem), un insieme di tecnologie di gestione di infrastrutture distribuite realizzato dal consorzio. La stessa cosa hanno fatto Sun e Hp per i loro ambienti Unix. L’implementazione di Microsoft di Wbem si chiama Wmi (Windows Management Instrumentation).

Su queste basi sono in fase di test alcune estensioni di Operations Manager 2007 con agenti software per la scoperta nella rete di sistemi fisici e virtuali e la loro gestione riguardanti Hp-Ux, Sun Solaris , Suse Linux Enterprise Server e Red Hat Enterprise Linux. Per l’anno prossimo sono previsti connettori tra Operations Manager e le piattaforme di gestione OpenView ( Hp) e Tivoli (Ibm). Altre azioni di apertura riguardano Virtual Machine Manager 2008 che supporterà sia il previsto hypervisor di Windows Server 2008 (Hyper-V) sia Esx Server di Vmware.