Software

La Soa come rimedio alla paralisi dell’informazione

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Un’indagine di Vanson Bourne evidenzia come le aziende abbiano bisogno di dati in tempo reale, ma fatichino a ottenerli

Sfruttando interviste realizzate con circa cinquecento responsabili di sistemi informativi di aziende europee, Vanson Bourne ha misurato le attuali difficoltà degli utenti nella gestione ottimale delle informazioni.

Lo studio, realizzato su commissione di Progress Software, mette in luce, innanzitutto, i problemi che le aziende hanno nell’accesso rapido alle informazioni più corrette e aggiornate. Il fenomeno è ciò che viene battezzato come “paralisi dell’informazione” e fa capo alla dispersione tuttora esistente nell’organizzazione dei dati. Nel 70% dei casi, si legge nello studio, le informazioni sono divise fra almeno undici regioni e solo il 38% degli intervistati ha dichiarato di ottenere le informazioni strategiche nel momento in cui servono. Questo dato deve confrontarsi con il 77% dei casi nei quali i Cio confermano che le realtà alle quali appartengono hanno bisogno di dati in tempo reale.

In termini globali, i responsabili dei sistemi informativi stimano che le architetture Soa dovrebbero porre rimedio a questo problema. E le direzioni generali sembrano aver capito l’origine del problema, visto che il 75% dei Cio dichiara di avere il sostegno del management. Tuttavia, solo il 58% ha una strategia vera e propria su questo fronte e un 38% ha sviluppato una strategia Soa. Il fatto che pochi It manager siedano nei board aziendali può essere una spiegazione del fenomeno.

L’indagine fa emergere anche una forte proporzione di persone che ricorrono a fornitori diversi per i progetti Soa (approccio “best of breed”). Questo elemento fa pendere la bilancia a favore di un’azienda come Progress, che ha seguito questa stessa logica, acquisendo competenze per complementare il proprio Esb Sonic.