Data storageEnterpriseSoftware

I piccoli browser scrivono una petizione alla UE

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Un consorzio di piccoli produttori di browser in una petizione alla Commissione Europea vogliono una schermata migliore per la scelta delle alternative a Explorer di Microsoft

La schermata di scelta del browser, l’ormai famoso ballot screen, messo a punto da Microsoft per placare la Commissione Europea, ha provocato ora nuove ostilità presso un consorzio di fornitori di browser che hanno lanciato una petizione . Lo schermata di scelta del browser presenta agli utenti europei una lista casuale di browser , ma un piccolo gruppo di fornitori di browser presenti nel ballot screen ha scritto una petizione alla Commissione Europea dichiarandone scorretta la struttura.

Secondo la petizione i browser con una più alta quota di mercato ( Safari, Chrome, IE 8 e Firefox) sono presenti al centro dello schermo di fronte all’utente , mentre gli altri sono visibili solo se l’utente scrolla la pagina verso destra . Microsoft offre la schermata di scelta agli utenti di Windows Xp, Vista e Windows 7. Per il momento la possibilità di scelta ha premiato Opera Software che ha dichiarato di aver triplicato i download in diversi paesi europei.

“ E’ chiaro che il layout finale del Choice Screen lascia la maggior parte degli utenti all’oscuro dell’esistenza di altri 5 browser tra cui scegliere”, si legge in una dichiarazione firmata da Maxthon, SlimBrowser, Avant Force , Flock, Sleipnir e GreenBrowser. Questo urta con l’obiettivo della Commissione Europea di fornire ai consumatori europei informazioni sui dodici Web browser più usati e di permettere di installare uno o più di questi browser.

I “ piccoli “ browser non vogliono un ridisegno totale della schermata, chiedono l’aggiunta di un testo o di un elemento grafico che indichi all’utente medio che esistono altre possibilità di scelta nella parte destra e visibile della schermata. Le stime indicano che circa 192 milioni di personal computer riceveranno il ballot screen come parte di un aggiornamento automatico entro la fine di aprile.
Microsoft ha obiettato di non poter fare alcun cambiamento senza il parere favorevole della Commissione che ha indicato chiaramente la volontà di non proporre troppe scelte insieme , perché altrimenti l’utente le avrebbe scartate tutte senza esercitare scelte alternative a Internet Explorer.