Data storageSoftware

Google Apps Marketplace per il business

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Google ha preparato l’app store per il business. Si chiama Google Apps Marketplace e Google tratterrà il 20 percento dei ricavi

Google presenta Google Apps Marketplace, l’app store per il business di cui erano trapelate indiscrezioni sul Wall Street Journal. Prosegue il cammino di Google per traghettare le applicazioni business sul cloud computing.

Il nuovo servizio dovrebbe permettere a sviluppatori di terze parti di vendere applicazioni Web di fascia enterprise e plug-in per la piattaforma Google Apps ed altri servizi Web (Google Apps suite, compresi Gmail e Google Docs). I clienti business potranno così acquistare add-on per ampliare la gamma delle Apps della loro suite per ufficio sul Web, con applicazioni realizzate da sviluppatori indipendenti.

Vic Gundotra, vice presidente dell’engineering presso Google, ha dichiarato che gli sviluppatori dovranno pagare una una tantum di 100 dollari per mettere in lista le propri Web apps per lo store, e Google tratterrà il 20% di tutte le applicazioni vendute dal negozio virtuale per il business.

google_apps_marketplace-370x193.png

Google presenta Google Apps Marketplace per gli utenti business

Il concetto di Android Market si estende dagli smartphone al computing, soprattutto ora che Android (e in futuro Chrome Os) equipaggia netbook.

Google invita gli sviluppatori a costruire applicazioni Web usando Studio tool, per sviluppare Web apps per il nuovo Google Apps Marketplace.

Nei giorni scorsi Google ha acquisito Docverse, per mettere le mani sul futuro delle applicazioni per la produttività nel cloud. Google, entrata nel mercato Saas (software as a service) nel 2007 con la suite di applicazioni per il cloud computing dedicata alle aziende Google Apps Premier (che include il servizio Google Docs per la collaborazione online su uno stesso documento da parte di più persone), non dimentica gli utenti “tradizionalisti”. Ci sono utenti che amano lavorare in modo classico, con il software installato sui propri Pc. Google vuole rendere più semplice e dolce possibile il passaggio al cloud computing e facilitare l’interoperabilità con applicazioni desktop come MicrosoftOffice.

Secondo Gartner, il mercato degli “App store” (sia consumer che business) ha un giro d’affari che raggiungerà i 6.2 miliardi di dollari nel 2010.