EnterpriseSoftware

Facebook Graph Search inizia la sua strada

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Facebook mette mano al suo motore di ricerca e punta agli investimenti pubblicitari. Ma non è un motore di ricerca generale per il web

Facebook ha annunciato Graph Search, definibile come un motore di ricerca di tipo sociale che permette ai suoi utenti di eseguire ricerche sui contenuti condivisi dagli amici o resi pubblicamente disponibili dagli altri utenti del social network. Al momento si tratta di una versione beta in inglese che inizia il suo cammino di diffusione verso tutti gli utenti su aree specifiche di contenuti : persone, foto , luoghi e interessi. Il motore di ricerca tutto interno al miliardo di utenti di Facebook elencherà i risultati secondo cirteri come relazioni , amici comuni, numero di commenti e Like.

Facebook dichiara che Graph Search può essere usato per trovare ristoranti, programmi televisivi o amici che amano la stessa musica. Cercando di evitare le preoccupazione degli utenti per la loro privacy , Facebook ha sottolineato che gli utenti potranno sono vedere i contenuti il cui accesso è a loro consentito e il risultato sarà unico e personalizzato per ogni utente. Secondo la società “ Graph Search è un progetto veramente grande e prenderà anni e anni per indirizzare tutto il grafo” . Se il motore di ricerca interno non mostrerà risultati allora verranno mostrati i risultati di Bing, il search engine di Microsoft. Il fondatore di Facebook ha escluso che le persone usino Facebook come motore di ricerca generalista (leggi Google ) : “ Non stiamo indicizzando il web”.

Chiaramente per gli analisti l’obiettivo di Graph Search è di attrarre investimenti pubblicitari su utenze altamente profilate. Ovum ha reso pubblica una dichiarazione di un suo analista che indica come prima di Graph Search la ricerca in Facebook fosse veramente di base senza dare accesso a Facebook al suo intento di rafforzare gli investimenti pubblicitari. Facebook dichiara di aver costruito Graph Search pensando alla privacy dei suoi utenti , ma Facebook non ha dimostrato nel passato un interesse adeguato vero la privacy dei suoi utenti spesso spingendosi fino ai limiti di quanto è accettabile.