CollaborationSoftware

Microsoft SharePoint è mobile e sbarca su iOS

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

È disponibile il client iOS per accedere alle risorse messe in comune attraverso le implementazioni di SharePoint on-premise e sul cloud di Office 365

L’Intranet aziendale in tasca: è con questo slogan che Microsoft ha lanciato l’app iOS di SharePoint: un client dedicato con cui accedere alle risorse messe in comune attraverso le implementazioni di SharePoint Server in versione 2013 e 2016 e anche quelle di SharePoint Online associate agli account di Office 365 per le imprese. Ovviamente sono coperte anche le implementazioni ibride, un po’ in locale e un po’ nel cloud.

Il client è trasversale, ma alcune funzioni di “networking” fra singoli utilizzatori danno il meglio in ambienti Office 365 grazie al Microsoft Graph. L’identificazione dell’utente è unificata attraverso le varie risorse online e avviene con le proprie credenziali di SharePoint. A quel punto si accede all’organizzazione delle informazioni e delle risorse dell’app, strutturate nelle tre sezioni principali Siti, Collegamenti e Persone.

sharepoint-iosLa sezione Siti comprende i siti SharePoint che si usano di frequente o che si seguono. L’app segnala automaticamente l’attività di un sito ed eventuali documenti che ha reso disponibili e, più in generale, secondo Microsoft permette di accedere in maniera veloce e con una interfaccia intuitiva alle risorse dei siti stessi. Nella gestione dei file l’utente viene portato automaticamente alle app mobili più indicate, come una di Microsoft Office per aprire un documento o quella di OneDrive per consultare le library di file.

La sezione Collegamenti ha un funzionamento simile ma riguarda solo i siti predisposti dalla propria azienda per un utilizzo pubblico. È un elenco gestito direttamente dall’amministratore di SharePoint e comprende link a risorse interne e siti di interesse.

La sezione Persone permette di cercare e trovare altri contatti con cui si collabora, anche grazie all’analisi di ciò che i dipendenti condividono attraverso Office 365. Le funzioni sono completate da una parte di ricerca che agisce sulle Intranet aziendali, sui siti SharePoint e sulle cartelle OneDrive for Business a cui l’utente ha accesso.