Software

Build 2017, Microsoft spinge sulle applicazioni intelligenti dal cloud all’edge

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Build 2017 a Seattle chiama a raccolta gli sviluppatori Microsoft in un’edizione in cui le novità su cloud, intelligenza artificiale e IoT fotografano il cambiamento profondo impresso da Nadella

Non c’è modo migliore per comprendere dove realmente si indirizzino gli sforzi di Microsoft che respirare l’aria di Build 2017, il momento più importante nella vita dell’azienda, perché vi partecipano gli sviluppatori, il primo pilastro della fortuna (e delle sfortune) di Redmond. 

La prima giornata dell’evento, che è poi la giornata dell’impronta per capire, ha visto raccogliersi a Seattle qualche migliaio di sviluppatori. Scott Guthrie, Executive Vice President, Microsoft Cloud and Enterprise Group e Harry Shum Executive Vice President Artificial Intelligence (AI) hanno così timbrato il core dei temi di Day One: cloud e Intelligenza artificiale, con Nadella a rimarcare il raggiungimento di 500 milioni di utenti attivi ogni mese per Windows. Gli annunci invece hanno riguardato nuovi servizi Azure data e cloud, ma soprattutto le possibilità  ora sempre più estese per ‘arricchire’ le applicazioni con i servizi di AI e IoT. 

Il respiro largo della visione di Nadella si riflette nella strategia. Pur rimanendo centrali i pilastri, Windows e Office, oggi i software su cui Microsoft ha basato l’ultimo suo ventennio rappresentano solo una delle sfaccettature di Microsoft. E Nadella sempre di più si aggiunge alla schiera dei CEO che mettono al centro dell’attenzione i dati, o meglio, l’intelligenza informatica in grado di abilitarne il valore.

Il Ceo di Microsoft lo fa con una prospettiva dal cloud all’edge. Da qui l’anteprima di Azure IoT Edge, per estendere le potenzialità dell’intelligenza di Microsoft in cloud anche ai dispositivi edge, e da qui le estensioni di Microsoft Graphs, con la combinazione degli insight del mondo del lavoro con quelli dei dispositivi e le informazioni del mondo fisico circostante.

Per abilitare la creazione di applicazioni intelligenti su tutte le piattaforme, Microsoft ha potenziato Azure e Visual Studio nei seguenti ambiti.
Con Azure Cosmos DB gli sviluppatori usufruiscono di un unico repository come banca dati schema-free, con il supporto per le opzioni NoSQL più diffuse e contestuale autoindicizzazione di tutti i dati.
Si tratta di un vero e proprio primo servizio di banca dati multimodale del settore con uptime garantito efficienza, coerenza e latenza di 1 millisecondo al 99° percentile. Vengono poi offerti nuovi servizi gestiti tramite MySQL e PostgreSQL abbinati alla banca dati Azure SQL.
Build 2017 offre anche l’anteprima su nuove opportunità di migrazione banche dati per permettere ai clienti di Oracle e Sql di trasferire più agevolmente i dati e modernizzare le applicazioni.

Per quanto riguarda i miglioramenti dei DB Azure Sql, Microsoft ha annunciato una nuova anteprima privata Managed Instance, che facilita la migrazione da Sql Server a Azure Sql.

Microsoft è consapevole della neutralità oramai affermata a ogni livello per quanto riguarda le piattaforme e così ha portato Visual Studio 2017 su Mac. Si può sviluppare senza soluzione di continuità in ambiente Windows e MacOS con il pieno supporto per carichi di lavoro su smartphone, web e cloud, e anteprime degli strumenti Docker, delle Funzioni Azure e del supporto Xamarin.IoT.
Inoltre arriva il supporto di Windows Server Containers in Azure Service Fabric, con una prima bozza per utilizzare Docker Compose per Service Fabric

Microsoft Build 2017 Satya Nadella
Microsoft Build 2017 Satya Nadella

Gli sviluppatori possono pubblicare nel nuovo ambiente di lavoro di Office 365 basato su chat e aggiungere nuove funzionalità alle app di Teams e arrivano nuove API Microsoft Graph API.

Per quanto riguarda le novità specifiche nell’ambito AI, Microsoft ha aggiunto nuovi strumenti all’offerta dei suoi servizi cognitivi. Gli sviluppatori possono arricchire app e Bot con funzioni di intelligenza anche personalizzata con specifiche soluzioni nei campi ottico, linguistico, cognitivo e di ricerca. Alcuni servizi sono: Bing Custom Search, Custom Vision Service, Custom Decision Service e Video Indexer. Presentation Translator è l’ultimo add-in di PowerPoint che sfrutta l’API di traduzione Microsoft per tradurre in varie lingue in tempo reale qualsiasi presentazione.

Cortana invece diventa più abile e intelligente con l’anteprima pubblica di Cortana Skills Kit. I developer possono creare Bot per lei e pubblicare le nuove abilità attivate su un framework dedicato.