SicurezzaWorkspace

VIDEO TEST: Check Point Abra, il desktop virtuale ha il suo perché

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Abra è la soluzione di Check Point per avere sempre l’ufficio in tasca, su una chiavetta Usb sicura, in modo da lavorare in un ambiente virtuale su qualsiasi computer, ma sempre nel rispetto delle policy di sicurezza aziendali

Si parla spesso di virtualizzazione, molto della virtualizzazione dei server, meno di quella dei desktop, il primo gradino delle possibilità offerte da questa tecnologia. Check Point ha ideato Abra, una soluzione semplicissima per soddisfare le esigenze delle aziende che si avvalgono della collaborazione del personale o di consulenti anche al di fuori della sede di lavoro. Abra è un ambiente di lavoro di utilizzo semplice e immediato che mette a disposizione uno spazio desktop virtuale sicuro, utilizzabile sia online tramite VPN, sia offline su qualsiasi notebook e Pc, ma sempre con la garanzia della crittografia dei dati e nel rispetto di tutte le policy di sicurezza aziendali per quanto riguarda l’utilizzo delle applicazioni consentito, le funzioni di stampa, di importazione ed esportazione dei dati, nonché i permessi di accesso alle risorse in azienda.

virtual_keyboard-185x148.jpg

Bastano una user id e una password per lanciare su qualsiasi computer Windows a 32 bit il desktop virtuale, tramite la keybopard virtuale si elimina il rischio di keylogger