Sicurezza

Trend Micro punta alla sicurezza di virtualizzazione e cloud

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Trend pensa a strategie di sicurezza per ambienti virtualizzati e cloud. Deep Security ottiene un modulo antimalware e SecureCloud gestisce le chiavi di crittografia

Anche Trend Micro rinnova la sua offerta puntando alla sicurezza delle attività di virtualizzazione e dell’infrastruttura cloud. Il primo annuncio viene ancora una volta da VMworld 2010 . Si tratta di Deep Security 7.5, che fa le va sulle API di vShield Endpoint di VMware e prevede ora un modulo antimalware agent-less per la protezione delle macchine virtuali. Come spiegano i tecnici di Trend Micro non c’è la necessità di installare un agente software su ogni Virtual Machine : dunque nessun compito di gestione, configurazione e aggiornamento per gli amministratori IT. Il nuovo modulo si aggiunge agli altri : deep packet inspection, intrusion detection e prevention.
E’ ancora una beta, ma sarà disponibile entro l’anno, SecureCloud, un servizio hosted di gestioni delle chiavi di codifica dei dati che dovrebbe permettere il controllo sui dati aziendali depositati su cloud, private, pubbliche o ibride. Compito della nuova tecnologia è anche quello di facilitare il movimento tra data center e cloud. L’azienda è in grado di decidere quando e dove rilasciare le chiavi di crittografia e mettere al sicuro i volumi dati con funzioni di auditing e di controllo dei log. Erogato via Saas , SecureCloud lavora con Amazon EC2 e Vmware vCloud.