Data storageSicurezza

Symantec rilancia su backup e disaster recovery

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Backup Exec 2010 e NetBackup 7 soddisfano le richieste dell’utenza alle prese con la protezione dei dati in ambienti fisici e virtuali

“Gli amministratori dei data center devono poter gestire lo storage su ambienti server e storage eterogenei in modo tale da non dover più procedere con acquisti in questo ambito sfruttando l’utilizzo di nuove tecnologie come la gestione delle risorse, il thin provisioning, la deduplicazione, la virtualizzazione, la protezione continuativa dei dati e il recovery. La deduplicazione deve essere implementata il più vicino possibile alla fonte dell’informazione al fine di eliminare la problematica della ridondanza dei dati e ridurre i costi di reti e storage. Il software che supporta ambienti eterogenei svolge un ruolo rilevante per le imprese di medie dimensioni che dedicano significativi investimenti in nuove tecnologie, ma che normalmente non possiedono le competenze professionali presenti invece presso le grandi aziende. È auspicabile implementare una piattaforma unica e centralizzata per la protezione delle macchine fisiche e virtuali, al fine di semplificare la gestione delle informazioni”

. Quella che precede è una lista dei desideri espressi dai gestori dell’It aziendale contattati da Symantec per il suo più recente rapporto sullo stato dei data center  . In questo scenario di mercato si colloca il rinnovo delle soluzioni Backup Exec , che adotta la denominazione 2010 e Netbackup ( che arriva alla versione 7 ). Inutile dire che le due soluzioni pur rivolgendosi a mercati aziendali diversi viaggiano in parallelo quanto a motori software
. In particolare Backup Exec si è nel tempo ritagliato una fetta di maggioranza tra le soluzioni di protezione dei dati in ambiente Windows , per sistemi sia fisici che virtuali ( sia Vmware che Hyper-V) , con supporto di dischi e nastri per backup e recovery. La soluzione di Symantec si è segnalata per una sua alta granularità nell’ambito della protezione continua dei dati in ambiente Exchange e Sql Server. Nella versione 2010 Backup Exec si adegua alle novità rilasciate da Microsoft introducendo anche il supporto di Windows Server 2008 R2, di Hyper-V R2, di Exchange 2010 oltre che di Vsphere 4.0 di Vmware. La deduplicazione e l’archiviazione fino a oggi sono state considerate tecnologie di classe enterprise, ma Backup Exec 2010 ne estende l’impiego anche al mercato delle aziende di piccole dimensioni. L’implementazione della tecnologia di deduplicazione avviene attraverso una procedura che non richiede alcun particolare prodotto dedicato. Backup Exec 2010 permette alle aziende anche di automatizzare facilmente il trasferimento dei set di backup da deduplicare da un media server a un altro attraverso una rete WAN . Grazie alla deduplicazione integrata, anche gli uffici remoti di minori dimensioni ora possono sostituire il backup basato su nastro con un processo di backup off-site su un media server Backup Exec a livello centrale oppure un ambiente NetBackup PureDisk centralizzato. Backup Exec 2010 integra anche due nuove opzioni di archiviazione che supportano il backup e l’archiviazione unificate per i file system Windows e gli ambienti Exchange, archiviando i dati partendo dalla copia di backup anziché estrapolare separatamente i dati dalla sorgente. Grazie alla tecnologia di archiviazione Symantec Enterprise Vault, gli amministratori possono gestire in maniera più facile ed efficiente il ciclo di vita dei dati definendo periodi di conservazione per la migrazione automatica dopo un certo periodo di tempo delle informazioni più vecchie e meno sensibili su ambienti storage meno costosi
Come ricorda , Vincenzo Costantino, Presales country manager Italia di Symantec, Symantec dispone di una larga maggioranza nel market share delle soluzioni software per il backup e il ripristino, davanti a Comm Valult e CA per le software house e davanti anche ai tre grandi dell’hardware di storage come Emc, Ibm e HP. Sollecitato da eWeekeurope.it sul momento attuale di mercato, Costantino vede par la sua società una tendenza a sostituire le applicazioni della concorrenza presso i clienti italiani. Anzi “ non ci sono difficoltà tecnologiche nella sostituzione. Ma in ambito backup e disaster recovery è difficile che le aziende decidano di sostituire la soluzioni che hanno in casa con motivazioni di breve termine. I clienti che adottano la strada della sostituzione lo fanno perché i prodotti di cui sono già dotati non reggono il passo e sono in qualche modo obbligati a migrare”.

NetBackup 7 è la soluzione che permette alle realtà enterprise di proteggere, archiviare e recuperare le informazioni avvalendosi di un’unica piattaforma centralizzata. . NetBackup garantisce la protezione completa delle macchine virtuali incrementando la velocità di backup e recovery dei dati all’interno degli ambienti virtuali e integrando nuove funzioni di replica dei backup a supporto di processi di disaster recovery rapidi ed economicamente convenienti. La tecnologia di replica integrata all’interno della piattaforma NetBackup consente di trasferire fino al 95% in meno di dati fra le diverse sedi Per aiutare le aziende a gestire centralmente i loro ambienti di protezione dati e disporre di una visione univoca delle operazioni di backup e recovery, NetBackup 7 introduce OpsCenter, una console integrata per reporting e management. Questo nuovo strumento standardizza le attività di monitoraggio e reporting per le informazioni sia di backup che di archiviazione con tutte le principali soluzioni Symantec come NetBackup PureDisk, Backup Exec ed Enterprise Vault.