Sicurezza

Sonicwall espande l’offerta di sicurezza

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Dopo un’ appliance di sicurezza ad alte prestazioni , appena arrivata in Italia, il rinnovo di Sonic OS si prenderà cura della sicurezza delle reti WiFi

Nel corso della RSA Conference 2010 Sonicwall ha presentato una nuova appliance di sicurezza di rete (NSA) di classe enterprise (E8500) che insieme a un firewall prevede anche un sistema di Intrusion Prevention e funzionalità di controllo e analisi a livello delle applicazioni. Rivolta specificamente alle grandi imprese,la NSA E8500 si caratterizza per prestazioni che arrivano a 5Gbps con tutti i servizi attivati.
Come spiega a Eweekeurope.it Cristiano Cafferata, System Engineer di Sonicwall Italia , riprendendo l’annuncio in occasione del Security Summit in corso a Milano, l’apparato è in grado di fornire agli amministratori di rete un’ampia visibilità su chi stia utilizzando un’applicazione e il potenziale impatto sulla sicurezza. Semplificando. attraverso la capacità di ispezionare i pacchetti in rete è possibile distinguere tra attività lecite come il download di una patch da altre che riguardano l’utilizzo di software non autorizzato. 
Potenzialmente l’appliance può servire fino a 3 mila utenti ed è in grado di reggere un milione di sessioni al secondo , mettendola dunque in grado di essere utilizzata anche da service provider oltre che da grandi organizzazioni. L’appliance è in grado di controllare oltre 1100 singole applicazioni sulla rete e ispezionare centinaia di migliaia di connessioni simultaneamente su 65.535 porte, con una latenza pari quasi a zero e una dimensione illimitata degli stream. Le policy possono essere utilizzate per rendere automatica l’allocazione della larghezza di banda per le applicazioni, limitare il trasferimento di determinati file, effettuare la scansione di allegati utilizzando criteri configurabili dall’utente, controllare e ispezionare l’accesso al web e consentire agli utenti di aggiungere signature personalizzate.

In Italia, che innegabilmente costituisce un mercato di clienti possibili limitato a poche centinaia , ci sono tuttavia già in corso due progetti pilota in fase di proof of concept.

Tra le novità previste a breve nell’offerta di Sonicwall Eweekeurope.it è in grado di anticipare la prossima disponibilità con la sigla 2400 MX di un firewall a 24 porte che disporrà di uno switch in grado di gestire 4 connessioni WAN contemporaneamente. Con l’arrivo di una versione successiva del sistema operativo Sonic OS, ora alla versione 5.6, Sonicwall indirizzerà in modo particolare le reti WiFi mettendo i suoi firewall in grado di gestire le reti locali wireless gestendo in sicurezza anche la parte radio e consentendo anche un’analisi grafica del segnale radio . “ Un aggiornamento opportuno che cade in un momento di mercato in cui il WiFi sembra prendere piede finalmente”, conclude Cafferata.