EnterpriseSicurezza

SonicWall acquisita da un gruppo di investitori

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

SonicWall acquisita da investitori guidati da Thoma Bravo. Il valore della transazione è di 717 milioni di dollari

SonicWALL annuncia di aver siglato un accordo definitivo per essere acquisita da parte di un gruppo di investitori guidato da Thoma Bravo, LLC per un valore complessivo dell’operazione di circa 717 milioni di dollari. Il Consiglio di Amministrazione di SonicWALL ha deliberato all’unanimità la transazione, approvata anche dagli azionisti dell’azienda.
L’annuncio arriva in un momento in cui le strategie della società per la sicurezza IT stavano lentamente abbandonando il mercato delle imprese medio piccole per concentrarsi sul settore enterprise.
“Il nostro accordo con Thoma Bravo andrà a vantaggio degli azionisti e auspichiamo pertanto di chiudere la transazione quanto prima”, ha commentato Matthew Medeiros, presidente e CEO di SonicWALL. “Grazie alla partnership con Thoma Bravo potremo rafforzare il nostro impegno nel fornire ai clienti soluzioni all’avanguardia e di qualità superiore”.
“Non vediamo l’ora di iniziare a lavorare con SonicWALL per accelerare la strategia di crescita organica dell’azienda e definire una roadmap di consolidamento nel mercato della sicurezza in rete e nei mercati correlati“, ha aggiunto Robert Sayle, vice presidente di Thoma Bravo.

SonicWALL prevede di completare la transazione entro il trimestre fiscale in chiusura il 30 settembre 2010 o all’inizio del trimestre fiscale che termina il 31 dicembre 2010.