Security managementSicurezza

G Data Patch Management, è tempo di prepararsi al GDPR

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

G Data Patch Management consente il controllo granulare delle patch e degli aggiornamenti su tutti i sistemi della rete aziendale in ottemperanza a quanto richiesto dal GDPR

La data del 28 di maggio 2018, quando entreranno in vigore e saranno esecutive tutte le norme del GDPR, il regolamento generale sulla protezione dei dati, è un vero e proprio spauracchio per le aziende, non solo italiane.

Verranno unificate le modalità di trattamento dei dati in tutta Europa e in caso di attacchi si dovrà essere in grado di prevenire il furto dei dati, ma ancora di più sarà da gestire e da trattare, secondo norme specifiche e con l’individuazione di attori in grado di rendere conto (anche a livello semplicemente di comunicazione al pubblico) tutto quello che è accaduto e che si è fatto in caso di data breach. In primis, l’infrastruttura IT è sotto stretta osservazione.

I recenti attacchi hanno evidenziato come la gestione delle patch, degli aggiornamenti software, sia un tassello essenziale delle strategie di protezione su cui mantenere il controllo più rigoroso. In questo ambito arriva la proposta G Data della soluzione di Patch Management che è stata sviluppata per aiutare gli amministratori ad adempiere a questi compiti con i tool per il controllo delle installazioni in modo immediato e progressivo su tutta la rete.
Viene proposta la gestione unificata e semplificata degli aggiornamenti per agevolare anche l’adempimento del GDPR.

Le aziende che raccolgono e trattano dati personali, indipendentemente dalla dimensione, devono garantire una protezione completa di tutte le informazioni sensibili attraverso tecnologie “allo stato dell’arte”. Continuare a utilizzare software obsoleti, che favoriranno la riuscita degli attacchi perché vulnerabili, potrà essere considerato un comportamento doloso, così come non avere protetto l’infrastruttura.

G Data Patch Management - Una vista della consolle
G Data Patch Management – Una vista della consolle

G Data Patch Management è il modulo aggiuntivo delle protezioni G Data in grado di integrarsi nativamente con le soluzioni di rete per affrontare in modo efficace le routine di aggiornamenti di OS e aplicazioni dei diversi vendor.
Esso permette la distribuzione degli aggiornamenti ai singoli client, in modo centralizzato tramite server, anche pianificando un roll-out progressivo per non stressare hardware e processi.

G Data Patch management - L'architettura
G Data Patch management –
L’architettura

Le patch possono inoltre essere eseguite e testate in un ambiente di prova in modo da escludere eventuali problemi nell’operatività finale; il modulo inoltre fornisce agli amministratori la panoramica su applicazioni e sistemi operativi utilizzati effettivamente in rete e quindi l’elenco delle patch disponibili.

E infine è possibile ottenere una reportistica completa sull’installazione delle patch, evidenziando per esempio il loro deployment in emergenza o semplicemente la loro diffusione, eventuali rifiuti e problemi.