Sicurezza

NetAsq rinnova la gamma di gateway di sicurezza

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Con il lancio della nuova Serie U, lo specialista transalpino prova a tener testa ai grandi player del settore

Di fronte alla crescente minaccia alla sicurezza dei dati, le aziende stanno prendendo sempre più coscienza delle sfide connesse alla disponibilità di strumenti specializzati nella protezione.

Fra le società attive nel comparto, troviamo anche la francese NetAsq, creata nel 1998, forte di 75 collaboratori e con una presenza locale anche in Italia. L’azienda si è fatta spazio fra nomi come Cisco, Juniper, Fortinet o SonicWall, grazie alla propria gamma di soluzioni complete di firewall, reti private virtuali (Vpn) e appliance Utm (Unified Threat Management), che raggruppano diverse funzionalità.

L’ultima novità di NetAsq si chiama Serie U ed è un insieme di gateway di sicurezza pensato per moltiplicare i livelli prestazionali delle funzioni di sicurezza (firewall e intrusion prevention) senza incidere particolarmente sui costi complessivi della proposta. Secondo il costruttore, la velocità nelle prevenzione dalle intrusioni è stata moltiplicata per cinque, potendo ottenere il doppio di connessioni simultanee per gli utilizzatori, rispetto alla precedente gamma. Il modello u1100, in particolare, può gestire un traffico di 2,8 Gbit/s, che corrisponde a 800mila connessioni simultanee con il firewall e l’intrusion detection attivati. Questi numeri salgono fino a 5 Gbit/s e 2,5 milioni di connessioni per il modello u6000.

Una certa attenzione è stata posta anche sulle tecnologie VoIp, soprattutto a livello di architettura Asq (il motore di prevenzione dalle intrusioni). Solo un’analisi effettuata direttamente sulle trame di rete nel cuore del sistema operativo minimizza i tempi di elaborazione e il consumo di risorse. I miglioramenti sulla qualità della sicurezza proposti da Asq hanno riguardato l’evoluzione dell’implementazione, i test di prestazione e quelli sulla qualità.